Cronaca

Ragazza inseguita e stuprata nel parcheggio da un egiziano di 18 anni

di  Redazione  -  11 Luglio 2019

Un egiziano di 18 anni, regolarmente residente in Italia, è stato arrestato dai carabinieri di Terni perché ritenuto responsabile dello stupro di una ragazza compiuto la notte tra il 29 e 30 giugno, nel parcheggio del parco Chico Mendes, alla periferia della città. Fino a pochi mesi fa era stato ospite di una comunità per minori non accompagnati che si trova in provincia. Risulta incensurato e con un impiego in un bar.

La giovane, secondo quanto raccontato ai militari, aveva conosciuto il suo violentatore durante una festa organizzata presso il parco e alla quale stava partecipando in compagnia di alcuni amici. L’uomo l’ha poi convinta a seguirlo fuori dal locale per poi aggredirla, intorno alle 4 di mattina, dopo che che lei aveva rifiutato le sue avance. L’aggressore era poi fuggito e la giovane si era recata all’ospedale Santa Maria, dove la violenza era stata confermata dai riscontri dei sanitari.

La 20enne, che quando ha subito gli abusi era ubriaca, ai carabinieri aveva fornito un’accurata descrizione del violentatore. Che hanno poi portato all’arresto del 18enne. I carabinieri lo hanno identificato e pedinato, fino a quando non ha indossato la stessa maglietta che portava la sera della violenza, ora sequestrata. Dall’indagine è emerso che i due non si conoscevano.

Fonte: TgCom