Efl Cup, finale rovente e Manchester City in festa: Guardiola batte ancora Sarri

di redazione
2 anni fa
24 Febbraio 2019

Succede di tutto a Wembley nella finale di Carabao Cup. Il Manchester City fa festa al termine di una partita infinita, con Sarri sempre più vicino all’addio dal Chelsea e protagonista nel finale quando abbandona il campo prima di tornare sui suoi passi.

Dopo il 6-0 che ha fatto traballare la panchina di Sarri si ritrovano, a due settimane di distanza, Chelsea e Manchester City per la finale della Coppa di Lega a Wembley. Guardiola nello scontro diretto si era già imposto anche nel Community Shield ad agosto. Il tecnico ex Napoli arriva al match in cerca di vendetta e del primo titolo in Inghilterra. 

Più di una sorpresa nelle formazioni iniziali.  Guardiola lascia in panchina Sanè, Sarri schiera Hazard falso nuove con Higuain fuori dall’undici titolare.

Nel primo tempo le emozioni si fanno desiderare. A fare la partita sono i Citizens con Aguero pronto a fare la differenza, i Blues subiscono le iniziative della squadra di Guardiola affidandosi alle ripartenze. Kepa viene chiamato in causa da Otamendi nel finale di frazione, Hazard cerca l’azione personale senza riuscire a sfondare.

Nella ripresa Aguero va in rete dopo pochi minuti, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Kantè si inserisce con i tempi giusti su assist di Hazard ma conclude sopra la traversa, poi Barkley spreca da buona posizione testimoniando però il ritorno prepotente dei Blues.

Solo nei supplementari scatta l’ora di Higuain. Nel Chelsea però è ancora Hazard l’uomo più pericoloso, mentre Sterling e Aguero fanno tremare i Blues a pochi minuti dai calci di rigore. Kepa prova a restare in campo nonostante un infortunio muscolare e il cambio già chiamato dalla panchina con Caballero pronto a subentrare. Sarri perde le staffe e lascia la panchina prima di tornare sui suoi passi.

Ai calci di rigore sbaglia subito Jorginho. Gundogan, Azpilicueta, Aguero e Palmieri sono impeccabili, poi Sanè riporta i conti in parità. Luiz fa registrare il secondo errore dal dischetto per i Blues, è quello determinante: Silva, Hazard e Sterling chiudono i conti sul 4-3 per il City che festeggia il titolo. Guardiola batte ancora Sarri.   

Temi di questo post