Dentista positivo, caccia al tampone per 100 clienti. Allarme in Campania

2 settimane fa
1 Agosto 2020
di redazione

Allarme in Campania: un dentista di Pozzuoli è risultato positivo al Coronavirus. Scatta il panico, dunque, nel Napoletano con l’allerta per il tampone ai suoi 100 clienti che nell’ultimo periodo sono stati visitati dal professionista.

Dentista positivo

Come racconta Notizie.it l’uomo 52 enne, originario di Portici e, come riporta Il Mattino, titolare di uno studio dentistico in via Cicerone nel quartiere del Rione Toiano, a Pozzuoli. Ha fatto ritorno da un viaggio all’estero e dopo essersi sottoposto al tampone è risultato infetto da Covid. Immediata la chiusura dello studio dentistico e la quarantena per la segretaria che vi lavora.

A seguito dell’accertamento del caso del dentista positivo al Covid a Pozzuoli, sono stati disposti tamponi per i suoi 100 clienti, prontamente allertati dallo stesso dentista.

Intanto l’Asl 3 di Napoli afferente a Portici, luogo di residenza del professionista, è in stretto contatto con l’Asl 2 in cui rientra Pozzuoli. Allo scopo di ricostruire la catena dei contatti e capire se il dentista ha contratto il virus all’estero o nel suo studio professionale.

Intanto ieri 31 luglio, Vincenzo De Luca, Governatore della Campania, ha emesso una nuova ordinanza, la n.64 e ne ha annunciato altre in arrivo per regolarizzare l’obbligo di fornire la carta d’identità al ristorante e la nuova stretta a discoteche e controlli dei pullman provenienti dall’estero, in special modo dall’Est Europeo.

Il Presidente della Regione cerca in questo modo di contenere il più possibile il contagio del virus SARS-Cov-2 degli arrivi dall’estero e le ripercussioni che potrebbero avere in Campania dove si sta facendo registrare un’escalation di casi Covid che preoccupa e non poco.
Fonte: Notizie.it

A Casamarciano niente feste e mascherine all’aperto

Stop a feste, anche private, e ad ogni forma di intrattenimento musicale sia all’interno che all’esterno dei locali con obbligo della mascherina anche all’aperto.

A Casamarciano il sindaco Andrea Manzi firma una nuova ordinanza con misure restrittive. L’obiettivo è contenere il rischio contagio nella piccola comunità all’indomani dei focolai registrati nel territorio nolano.

Il provvedimento resterà in vigore, per il momento, fino al dieci agosto ma, come spiega il sindaco Manzi, «potrebbe essere prorogato in caso di necessità».

temi di questo post