Politica

“Stop ai Rave Party”,il ministro Piantedosi porta in CdM la proposta :confisca della strumentazione e intercettazioni su chat e social degli organizzatori

“Stop ai Rave Party”,il ministro Piantedosi porta in CdM la proposta :confisca della strumentazione e intercettazioni su chat e social degli organizzatori

Il governo Meloni sta pensando di usare il pugno duro e chiudere definitivamente ai rave party.

Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, ha infatti annunciato che durante il Consiglio dei ministri di domani, 31 ottobre, presenterà una prima bozza di provvedimento «per dare nuovi e più efficaci strumenti di prevenzione e intervento». L’obiettivo è quello di intervenire mediante la confisca obbligatoria dei veicoli (camion e furgoni) e della strumentazione e delle apparecchiature musicali usate dagli organizzatori dei raduni. Ma non solo. Per gli organizzatori dei rave, se individuati, scatterebbe anche l’obbligo del ripristino dell’ordine nei luoghi dove si sono svolti i raduni. Ma il governo Meloni punta anche a prevenire l’organizzazione dei rave. Per fare ciò, il governo starebbe pensando di utilizzare intercettazioni su chat e social network utilizzati da chi organizza gli eventi, come per reati di particolare gravità (come corruzione, associazione a delinquere, solo per citarne alcuni) al fine di sapere in anticipo quando e dove questi eventi si terranno per presidiare gli accessi alle aree dove si svolgerebbero i raduni.

Condividi

Luigi Graziano Di Matteo