Cronaca

Calci e pugni alle figlie e nella pancia alla compagna incinta: rischia di perdere il bambino

di  Redazione  -  10 Ottobre 2019

Calci e pugni alle figlie e nella pancia alla compagna incinta: rischia di perdere il bambino

Dovrà affrontare un processo per stalking e lesioni contro la convivente che lu stesso ha preso a calci e pugni mentre quest’ultima era incinta. Sotto processo dunque, un uomo di 48 anni di Nocera Inferiore. Le violenze si sarebbero consumate nel periodo compreso tra la fine del 2011 al 15 febbraio 2017, quando l’imputato se la prendeva con la donna, obbligandola a non uscire di casa e costringendola a restare sempre da sola, per poi minacciarla di morte mentre era durante lo stato di gravidanza o col figlio piccolo in braccio.

La vittima veniva intimidita e sottoposta a vessazioni insieme alle sue figlie, con le minacce di toglierle l’affidamento degli stessi, da parte del marito, che le faceva mancare anche i mezzi di sussistenza. Alle molestie continue si aggiungevano le costrizioni e le botte: la conseguenza per la donna fu quella di piombare in un continuo stato di ansia e paura. La violenza del compagno era tale da provocarle, infatti, un timore fondato per la sua stessa incolumità. (Meridonare)