Cronaca

Ultim’ora Terremoto. Napoli continua a tremare: effetti anche sul Vesuvio. Parla l’esperto

di  Redazione  -  6 Dicembre 2019

Ultim’ora Terremoto. Napoli continua a tremare: effetti anche sul Vesuvio. Parla l’esperto

Due scosse a distanza di circa 30 minuti hanno terrorizzato questa notte Napoli e provincia. L’INGV, istituto nazionale geofisica e vulcanologia ha confermato che si è trattato di uno sciame sismico. Una serie di piccole scosse hanno interessato l’intera area in zona Pisciarelli.

Una prima scossa si è avvertita alle ore 1.17 di venerdì 6 dicembre con epicentro Pozzuoli, precisamente zona Pisciarelli. Un forte boato preceduto da una forte scossa di terremoto. Migliaia di persone hanno avvertito la forte scossa a Napoli e in provincia. In tanti, secondo alcune testimonianze sono scesi in strada e hanno allertato i vigili del fuoco. La scossa è stata di magnitudo 2.8 della scala Richter.

Una seconda scossa, invece, di magnitudo più bassa, 1.5 si è verificata alle ore 1.50 con epicentro sempre la stessa zona. Secondo le informazioni in nostro possesso non si sono verificati danni a cose o persone.

“Il contenuto energetico dell’intero sciame non è particolarmente rilevante e al momento non ci sembra si discosti dagli andamenti anomali che registriamo in questa fase. La scossa di M 2.8 resta comunque l’evento più energetico che abbiamo registrato da quando è ripartita l’attività bradisismica nel 2006”. Non è ben chiaro, invece, se il terremoto avrà degli effetti negativi sul Vesuvio: “E’ presto per dirlo, ma non sembra al momento un fenomeno molto più anomalo degli altri che abbiamo registrato. Siamo in una fase bradisismica e che ci sia un evento di magnitudo 2.8 purtroppo ci può stare, dichiara Francesca Bianco, direttrice dello stesso Osservatorio, ha parlato ai microfoni dell’agenzia Adnkronos.

In sismologia uno sciame sismico è un fenomeno naturale caratterizzato da una lunga sequenza di scosse sismiche di lieve e media intensità, che può durare fino a diversi mesi e localizzato in una determinata zona. Un fenomeno che viene confuso con questo è la sequenza sismica, la quale non è circoscritta e si sviluppa in un arco di tempo decisamente più ristretto. (TeleclubItalia)