Cronaca

Stufa accesa, le esalazioni uccidono un 21enne: gravi una coetanea e una neonata

di  Redazione  -  2 Gennaio 2019

Stufa accesa, le esalazioni uccidono un 21enne: gravi una coetanea e una neonata

Un 21enne è morto e una coetanea è ricoverata in gravissime condizioni a causa delle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate da una stufa. I due giovani hanno ricevuto i soccorsi nel tardo pomeriggio in una casa di montagna a Tola, frazione di Valdisotto, in provincia di Sondrio. Ma l’intossicazione potrebbe risalire alla notte di Capodanno. Un caso analogo a Biella, dove è grave una neonata di un mese.