Cronaca

L’esperto non ha dubbi: “I fumatori sono i più colpiti dal Coronavirus, dovrebbero pensare a smettere”.

di  Redazione  -  3 Aprile 2020

“I fumatori sono i pazienti più gravi che abbiamo in terapia intensiva”.

Lo ha detto la pneumologa dell’Humanitas di Milano, Francesca Puggioni, spiegando gli effetti del covid-19 sui pazienti e in particolare sulle persone già indebolite perché hanno le difese immunitarie più basse o polmoni già indeboliti, per esempio dal fatto di essere fumatori.

“In generale il polmone di un fumatore è più debole e infiammato.

Di conseguenza è molto più probabile che il coronavirus riesca a fare dei danni all’organo”, ha sottolineato l’esperta in collegamento con Pomeriggio Cinque.

“È bene eliminare il fumo del tutto. La quarantena potrebbe essere un buon momento per pensare di smettere di fumare”.

Rispondendo ai dubbi degli spettatori sulle misure di sicurezza anti contagio e sull’azione del virus nei confronti dell’organismo, la professoressa ha spiegato: “Molto dipende dal sistema immunitario – quello di una persona giovane di solito funziona meglio rispetto a quello di un anziano –  ma anche da eventuali malattie croniche come patologie a carico del cuore o del rene, o il diabete e la pressione alta.

In questi casi il sistema deve già lottare contro queste malattie e quindi il virus diventa la goccia che fa traboccare il vaso e le difese crollano. Così il covid può fare il danno e creare una fortissima infiammazione a livello del polmone. È una polmonite dieci volte più forte di quella a cui siamo abituati di solito”. Fonte: Fanpage.