Cronaca

Le arrivano 1000 euro di bolletta del gas, ma la ragazza scopre che pagava per tutti i condomini

di  Redazione  -  12 Ottobre 2019

Millecinquecento euro di bolletta del gas. Troppo, nemmeno il caro vita può giustificare una cifra del genere. Aveva pensato a un errore nel conguaglio, la ragazza 28enne residente a Carmignano di Brenta, Padova, che si è ritrovata davanti il conto salato. Invece, dopo essersi rivolta ai Carabinieri, ha scoperto che al suo contatore erano allacciate altre utenze, di cui ancora non si sa il numero esatto.

I contratti di cui la ragazza, di origini marocchine, è parte, sono tutti regolari. Sia quello di locazione che quello per le utenze. Il secondo è stipulato con un uomo, non proprietario, che gestisce anche tutti i contratti degli altri condomini che avrebbero rubato il gas alla vittima. Quello che ancora non è chiaro è se questi fossero a conoscenza del fatto che i loro contatori fossero attaccati a quello della ragazza. Per il momento, l’unica denuncia per il furto di utenze è nei confronti del gestore dell’impianto che, sembra, fosse stato manomesso da lui stesso.

Il condominio in cui è successo, il Grimani di via Roma, non è estraneo alle cronache. Circa 90 appartamenti, un blitz che tutta la località ricorda: lì si era nascosta la banda dell’Audi gialla. Un palazzo che il sindaco, Alessandro Bolis, definisce «un errore, una brutta eredità». Il primo cittadino di Carmignano ha infatti fatto sapere che da mesi sono in corso accertamenti sulle condizioni di gestione di molti appartamenti, dei rifiuti e delle tecniche anticendio dei garage.

fonte: Leggo