Cronaca

Lascia la figlia di 13 mesi sola nella vasca mentre lei chiacchiera al telefono: la bimba muore

di  Redazione  -  6 Marzo 2019

Lascia la figlia di 13 mesi sola nella vasca mentre lei chiacchiera al telefono

Sarah Elisabeth Morris stava parlando al telefono con il suo partner – Sarah Swindles – e non si è accorta che sua figlia Rosa, 13 mesi, stava annegando nella vasca da bagno. Intanto starete pensando tutte la stessa cosa: cosa ci faceva una bambina di 13 mesi da sola nella vasca da bagno? Solo una folle può lasciare da sola nella vasca una bambina così piccola. La bambina, però, non era completamente sola: con lei c’era il fratello gemello. Ma comunque una madre non lascia i figli da soli in bagno. La donna, interrogata di fronte alla corte, non ha saputo spiegare cosa fosse davvero successo.

Il finale della vicenda, purtroppo, è terribile: la bambina di un anno è morta affogata nella vasca da bagno di casa sua. Mentre sua madre parlava al telefono con i compagno. La donna è stata accusata di omicidio colposo e maltrattamento di minore ma lei nega i maltrattamenti, è quanto fa sapere il North Wales Live. Secondo le ricostruzioni fu proprio la Swindles che consigliò la sua compagna di andare a controllare i bambini in bagno.

E fu allora, dopo 50 minuti, che la madre scoprì che la sua piccola era morta annegata. Allora l Morris, da Bagilit nel Flintshire, in Galles, chiamò la sua amica Jemma Egerton, che conosceva da circa un mese, per dirle che Rosie non respirava e che non sapeva cosa le fosse successo. Anche in quel caso rimase al telefono per circa 10 minuti. La sua amica, al termine della chiamata le disse che avrebbe fatto meglio a chiamare il 118.

E invece sapere cosa fece la Morris? Si precipitò in strada tenendo Rosie a testa in giù e gridando aiuto. Nel frattempo il gemello di Rosie era rimasto da solo nella vasca da bagno. Come fa sapere Oliver Saxby, non era la prima volta che la donna si “dimenticava” dei suoi figli. “Nessuno dei due bambini ha avuto un supporto – ha detto Saxby – i bambini sono stati spesso lasciati da soli in situazione di pericolo”.

La donna, però, non è stata in grado di prendersi le responsabilità delle sue mancanze: in n’intervista della polizia in seguito all’incidente, Morris ha detto che, prima di trovare sua figlia, era in cucina “a lavare e riscaldare gli asciugamani in modo che fossero caldi quando fossero usciti dal bagno”. Falso. E sua figlia ci ha rimesso la vita. Una follia totale. Un errore ingiustificabile.

(Caffeina)