Coronavirus, l’OMS: “Prepariamoci ad una seconda ondata in autunno”

3 settimane fa
25 Giugno 2020
di redazione

L’OMS ha fatto il punto sulla situazione di emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus nel mondo. Catherine Smallwood, responsabile emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in Europa, è intervenuta in conferenza stampa.

Coronavirus, le parole del responsabile emergenze dell’OMS:

“Tutti non vediamo l’ora di avere un break estivo. La decisione di quando e dove viaggiare deve essere presa a livello individuale, sulla base di dove si vive e di dove si vuole andare. Bisogna in questo seguire i consigli delle autorità sanitarie e fare scelte sagge, soprattutto considerando chi deve viaggiare, se ci sono soggetti vulnerabili o anziani. Esistono informazioni attendibili su dove il virus è più presente sui siti delle autorità sanitarie nazionali e su quello dell’Oms. Ci sono ancora rischi associati al coronavirus in molte aree della regione europea e bisogna considerare questi rischi, badando a chi viaggia, da dove si parte e dove si va. Bisogna in ogni caso evitare le situazioni in cui non è possibile mantenere il distanziamento fisico. La scelta insomma deve essere individuale, saggia e basata sui consigli delle istituzioni sanitarie”.

Anche Hans Kluge, direttore regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità, è intervenuto in conferenza stampa:

“Ancora oggi abbiamo picchi di contagi nella prima ondata in molti paesi. Siamo ancora nella prima ondata, ma dobbiamo prepararci per l’autunno, quando Covid-19 incontrerà influenza stagionale e polmoniti. Il virus circola ancora attivamente, e non abbiamo farmaci e vaccini specifici efficaci. Questo deve essere fatto coinvolgendo la comunità e se ci sono problemi con l’aderenza alle misure di prevenzione bisogna capire cosa impedisce questa aderenza e dove questo avviene, intervenendo in quei gruppi di popolazione”.

Fonte: IlMessaggero.it

temi di questo post