Coronavirus: Arsenal in quarantena. “Contatti con presidente Olympiakos positivo”

9 mesi fa
11 Marzo 2020
di redazione

Coronavirus: Arsenal in quarantena. “Contatti con presidente Olympiakos positivo”

Il Manchester City ha annunciato il rinvio della partita di campionato contro l’Arsenal in programma stasera, mercoledì 11 marzo: è il primo match della Premier League a essere interessato da provvedimenti per prevenire contagi di coronavirus.

“La decisione è stata presa per precauzione e su consiglio dei medici, dopo che è stato rivelato che membri dello staff dell’Arsenal sono stati in contatto col proprietario dell’Olympiakos, Evangelos Marinakis, positivo al Covid-19 “, ha fatto sapere il club di Manchester. L’Arsenal, dal canto suo, ha comunicato che i suoi giocatori a rischio resteranno a casa in quarantena, come da protocolli medici, per 14 giorni. Stesso trattamento, ovviamente, per i membri dello staff.

L’Arsenal però giocherà senza problemi, sabato prossimo contro il Brighton. Venerdì infatti termineranno le due settimane di quarantena preventiva, suggerite dal comitato medico-scientifico che sta gestendo l’emergenza coronavirus, e tutta la rosa dell’Arsenal potrà tornare regolarmente ad allenarsi. In tempo per prepararsi alla trasferta sul campo del Brighton.

I contatti a rischio per l’Arsenal si sono avuti il 27 febbraio, in occasione del match di Europa League a Londra tra Arsenal e i greci dell’Olympiakos Pireo: “I giocatori rimarranno nelle loro case fino alla scadenza del periodo di 14 giorni – spiega un comunicato del club di Londra – quattro membri dell’Arsenal, che erano seduti vicino a Marinakis durante la partita, rimarranno anc’essi a casa fino al termine dei 14 giorni”. Sul sito del campionato inglese si legge che “la Premier League attualmente non ha in programma di rinviare altre partite”.
Fonte: corrieredellosport.it