Cronaca

+++Ultim’ora. Sparatoria a scuola: agente apre il fuoco contro uno studente+++

di  Redazione  -  3 Dicembre 2019

+++Ultim’ora. Sparatoria a scuola: agente apre il fuoco contro uno studente+++

Ennesima sparatoria in una scuola superiore negli Stati Uniti. Ma questa volta ad aprire il grilletto non è stato uno studente, bensì una guardia giurata. È successo nella giornata di ieri, lunedì 2 dicembre, alla Waukesha South High School, in Wisconsin dove una guardia armata, responsabile della sicurezza dell’istituto, ha aperto il fuoco contro uno studente di 17 anni a sua volta armato di pistola che non avrebbe ubbidito al suo ordine di deporre l’arma.

Secondo quanto ricostruito finora, il ragazzo è entrato a scuola e un altro compagno ha denunciato la presenza di una pistola proprio all’agente della sicurezza. A quel punto, come ha confermato la dirigente scolastica Terry Schuster, la guardia ha intimato al giovane di consegnargli la pistola, ma il 17enne “non ha rispettato l’ordine” puntandogliela contro.

Tutti gli studenti e i docenti nel frattempo si erano chiusi a chiave nelle classi, seguendo le procedure di sicurezza che ormai sono consolidate nella maggior parte delle scuole statunitensi. I testimoni riferiscono di aver sentito tre spari. L’ufficiale che ha aperto il fuoco era un veterano di 11 anni del dipartimento di polizia. Ma non si sa cosa sia successo dopo.

Alcuni hanno affermato che lo studente sia stato arrestato dalla polizia. “Il sospettato – ha detto Russell Jack, capo della polizia, nel corso di una conferenza stampa – non si sarebbe tolto le mani dalle tasche e ha continuato a ignorare i comandi degli ufficiali. Per di più ha tolto la pistola dalla cintura e l’ha puntata contro di loro. Un agente è stato costretto ad aprire il fuoco, colpendo il ragazzo”.

Quest’ultimo sarebbe stato ricoverato in ospedale per precauzione ma le sue condizioni sarebbero stabili. Dopo 20 minuti, è suonata anche la sirena che annunciava il cessato allarme, e la voce del responsabile della sicurezza all’altoparlante ha invitato tutti a restare ancora nelle classi. Non ci sono altri feriti. (Fanpage)