Meteo

Ultim’ora. Italia nella morsa del maltempo: allerta rossa da Nord a Sud. Scuole chiuse da Lecce a Venezia

di  Redazione  -  12 Novembre 2019

Ultim’ora. Italia nella morsa del maltempo: allerta rossa da Nord a Sud. Scuole chiuse da Lecce a Venezia

Il maltempo continua a sferzare l’Italia. Allerta rossa su Calabria, Basilicata e Sicilia; arancione in Puglia; gialla per Emilia Romagna, Lazio, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna. Le scuole resteranno chiuse a Taranto, Lecce, Brindisi, Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Venezia. Difficoltà nella circolazione dei treni nelle zone interessate da vento e pioggia abbondante.

Inizio settimana all’insegna del maltempoGià lunedì la nuova perturbazione proveniente dall’Africa ha portato il maltempo sulle regioni meridionali dell’Italia con piogge, venti forti e mareggiate e ora si appresta a risalire lo stivale. Danni ingenti sono stati registrati nel Salento per la grandine che si è abbattuta sulle coltivazioni. La Protezione civile ha lanciato l’allerta arancione per il rischio di allagamenti e smottamenti in Sicilia, Calabria e Basilicata.

 

Forti disagi anche a Roma, dove allagamenti, chiusure di strade e gallerie, incidenti, hanno mandato ancora una volta in tilt il traffico della Capitale.

 

Eolie isolate, “fiume” di pomice in strada a LipariDa lunedì pomeriggio le Eolie sono isolate per il forte vento di scirocco. Aliscafi e traghetti sono fermi. Nel porto di Milazzo sono bloccati i tanti pendolari che si recano nell’arcipelago per lavoro, come insegnanti, medici, impiegati, e anche camion carichi di derrate alimentari e autocisterne di carburanti. La pioggia torrenziale caduta sull’isola ha di fatto realizzato un “fiume” di pomice arrivato a valle fino a Canneto, in località Calandra, sull’isola di Lipari.

 

Tromba d’aria nel MetapontinoNella notte una tromba d’aria ha colpito il Metapontino, la zona jonica lucana, in provincia di Matera: sono una cinquantina gli interventi dei vigili del fuoco che si sono resi necessari a causa della caduta di alberi e pali della pubblica illuminazione. Inoltre, il maltempo, che già lunedì aveva portato alla chiusura delle scuole disposta dai sindaci in diversi Comuni, tra i quali Matera, ha provocato danni ad alcuni tetti.

 

Acqua alta a Venezia, nidi e scuole di infanzia chiusi  L’amministrazione comunale ha deciso la chiusura di nidi e scuole d’infanzia a Venezia e nelle isole della Laguna per le possibili maree eccezionali che, secondo le previsioni, potrebbero superare i 150 centimetri.

 

A Napoli chiusi parchi, cimiteri e scuole A Napoli a causa del maltempo restano chiusi parchi, cimiteri e scuole. In particolar modo l’attenzione è puntata sui forti venti che dovrebbero spazzare la città partenopea. Proprio in questa ottica l’amministrazione comunale raccomanda di prestare attenzione in prossimità di alberi e strutture verticali per l’eventuale caduta di rami, alberi, pali, segnaletica o impalcature. (Tgcom24)