Reddito di cittadinanza, Brunetta: non più navigator ma agenzie private

Opzione donna prorogata per un anno con requisiti attuali
sei in  Attualità

3 settimane fa - 10 Novembre 2021

Con la riforma del reddito di cittadinanza, da oggi in poi.

“Ci si potrà rivolgere anche ad agenzie private del lavoro”.

Lo afferma ,il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

“Di Maio mi ha proposto ,lui stesso
di affiancare alla piattaforma dell’Anpal ,il nuovo portale del reclutamento, inPa.

Questi beneficiari in cerca di un posto sono soggetti deboli, ci vorrà tutta l’esperienza di chi lavora a contatto con il mercato”.

Il reddito di cittadinanza cambia: secondo la nuova bozza di manovra, decade dopo due proposte di lavoro congrue rrifiutate.

Ma anche se non ci si presenta «almeno ogni mese», senza «comprovato giustificato motivo», presso un centro per l’impiego.

Niente imposta di bollo, anche nel 2022 per le certificazioni dei dati anagrafici online.

Lo prevede uno dei nuovi articoli inseriti nella nuova bozza della manovra.

«L’Anagrafe nazionale della popolazione residente consente ai comuni la certificazione dei dati anagrafici, anche in modalità telematica.

La certificazione dei dati anagrafici, in modalità telematica è assicurata dal Ministero dell’Interno, tramite l’Anpr mediante l’emissione di documenti digitali, muniti di sigillo elettronico qualificato, esenti da imposta di bollo» non più solo per il 2021, come previsto finora, ma anche per il 2022.

Reddito di cittadinanza, Brunetta: non più navigator ma agenzie private
TEMI DI QUESTO POST primo piano reddito cittadinanza