Cronaca

Tragico schianto sulla statale: Alessandra muore a 30 anni e lascia tre bimbi piccoli

di  redazione  -  18 Dicembre 2019

Tragico schianto sulla statale: Alessandra muore a 30 anni e lascia tre bimbi piccoli

Un tragico incidente stradale è costato la vita a un giovane mamma di trenta anni nelle scorse ore  lungo le strade veronesi. Alessandra Bertolani è morta tragicamente dopo essere rimasta coinvolta in un drammatico schianto frontale nel territorio del comune di Gazzo Veronese.

La tragedia si è consumata martedì pomeriggio, poco dopo le 15.30, quando la Fiat 500L sulla quale viaggiava la giovane mamma si è scontrata frontalmente con una Opel Zafira guidata da un uomo di 64 anni, residente a Sanguinetto, che è rimasto ferito in maniera grave. Un impatto talmente violento che ha sbalzato entrambe le vetture nei fossati che costeggiano la strada.

L’incidente si è consumato nel tratto di strada che collega la località Crocetta con Albarelle di Maccacari. Per motivi ancora tutti da accertare, una delle due auto ha invaso l’altra corsia e lo scontro è stato inevitabile.

Nonostante i tempestivi soccorsi da parte del personale medico del 118, accorso sul posto insieme a forze dell’ordine e vigili del fuoco, per la donna al volante della Fiat purtroppo non c’è stato nulla da fare.

I Vigili del Fuoco di Legnago hanno lavorato a lungo con cesoie e divaricatori idraulici per estrarre i due conducenti dalle lamiere contorte delle vetture ma quando la trentenne è stata affidata alle cure dei sanitari era ormai tropo tardi. Gli operatori del Suem hanno tentato di rianimala ma purtroppo per la giovane mamma non c’è stato nulla da fare.

Trasportato d’urgenza in ospedale con l’elicottero invece il 64enne che ora è ricoverato al Polo Confortini di Borgo Trento.

La tragedia ha sconvolto la comunità di Correzzo dove Alessandra Bertolani viveva col compagno e i suoi tre figlioletti di appena 1, 2 e 6 anni. Proprio il suo compagno è stato tra i primi ad arrivare sul posto dopo i soccorsi e così ha appreso della tragedia immane.

L’uomo, non riuscendo a rintracciare la donna al cellulare, aveva deciso di ripercorrere al contrario la strada fino a imbattersi nell’incidente. “Alessandra aveva tre figli ed erano la sua passione più grande, la vedevamo passare con i bambini e il passeggino. Siamo tutti sconvolti” raccontano i residenti.

(Fanpage)