Cronaca

Tragedia in famiglia. Uccide la moglie simulandone un suicidio. Teme di essere scoperto e si impicca

Tragedia in famiglia. Uccide la moglie simulandone un suicidio. Teme di essere scoperto e si impicca

Sotto choc la comunità di Marcianise per la morte di Mihaela Vizitiu, badante romena di 40 anni. La donna si era recata in Romania per il matrimonio di un parente ed è stata a casa con il marito 50enne e i figli di 16 e 9 anni. Proprio il marito l’ha assassinata per poi togliersi la vita. La donna è stata uccisa nella notte tra lunedì e martedì a Tecuci. A Marcianise lavorava presso una famiglia, alla quale aveva chiesto un permesso per tornare in Romania e prendere parte alla cerimonia nuziale di un parente.

L’omicidio

Stando a quanto riportano i media rumeni, dopo averla uccisa, l’uomo ha cercato di mettere in scena il suicidio della moglie, ma non ci è riuscito. A quel punto, forse vinto dai sensi di colpa, si è tolto la vita, impiccandosi ad una trave. Così è stato trovato dalla polizia romena che non ha dubbi sulla ricostruzione dell’omicidio-suicidio. I media locali parlano anche di continui tradimenti dell’uomo, che sperperava anche il denaro che Mihaela guadagnava in Italia. E a Marcianise la donna sarebbe rientrata il prossimo 8 ottobre: aveva già acquistato il biglietto.

fonte: Tele club italia