Cinema e TV

Taranto e Carpentieri in “Leggero leggerissimo” sulla storia vera di bimbo ipovedente  

Taranto e Carpentieri in “Leggero leggerissimo” sulla storia vera di bimbo ipovedente   

Un anziano, solo e malinconico, incontra un bambino ipovedente. Sarà l’occasione per uscire dalla sua solitudine e ritornare ad essere felice. Verrà presentato giovedì 16

dicembre alle ore 16 al Pan di Napoli (via dei Mille, 60) il film breve “Leggero leggerissimo” di Antimo Campanile, commedia ispirata liberamente ad una storia vera che

vede protagonisti Corrado Taranto, Ilenia Incoglia, la partecipazione straordinaria di Renato Carpentieri e per la prima volta il piccolo Francesco Maria Losco, bimbo realmente ipovedente.

L’opera racconta di Arturo Cargetti (Corrado Taranto), un uomo che vive nella malinconia e nella nostalgia di un passato che non può più tornare. Le sue giornate

scorrono lente e tutte uguali, finché non incontra Milo, un bambino straniero e ipovedente che non può andare a scuola a causa di impasse burocratiche e

disattenzione da parte delle istituzioni. Da quel momento si proporrà egli stesso di accompagnarlo a scuola, con la sua vecchia auto, compiendo 60km al giorno per 9 mesi, e la sua vita ne uscirà completamente rivoluzionata.

«Ho deciso di raccontare questa storia perché ha un carattere esemplificativo. Nei tempi moderni, dove purtroppo spesso accade che, in situazioni di fragilità, le

istituzioni latitino, allora interviene la nostra umanità. Quella non deve venire mai a mancare, poiché la qualità di una società si misura da come essa si occupa dei più deboli», così il regista casertano classe 1991.

«Il mio è personaggio da mille sfaccettature – ha raccontato Corrado Taranto – è una goduria per un attore dare colpi di pennello su un percorso così

variegato. E trovare l’intesa giusta col regista è il massimo, perché ci si confronta facendo crescere il personaggio. La storia è bella, va vissuta, non raccontata. In una società così chiassosa credo che un percorso così delicato fa bene all’anima».

Ad organizzare la proiezione con audio descrizioni, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Provincia di Napoli in collaborazione con l’Assessorato alla

Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, in occasione della “63° Giornata Nazionale del Cieco”. Al termine si terrà un dibattito al quale parteciperanno Mario Mirabile, Presidente Uici, Luca Trapanese, Assessore al Welfare di Napoli, e altri esperti in materia.

Prodotto da Gianfranco Antacido per Alaska Film e da Sly Marino per SlyProduction, con la collaborazione di Breeze Entertainment di Scirocco Giovanni, e il contributo della

Regione Campania, “Leggero, leggerissimo” è in concorso al Pulcinella FilmFest 2021 con due nomination come miglior attore e miglior produzione.

Per partecipare all’evento in presenza e garantire l’accesso in condizione di sicurezza è

necessario essere in possesso di green pass e prenotarsi inviando una e-mail all’indirizzo

[email protected]

Bio Antimo Campanile. Classe 1991, ha firmato la regia di “Dentro Il Vizio” documentario sul film “Il vizio della speranza” di Edoardo de Angelis, ha

lavorato come assistente alla regia di Giulio Manfredonia per la fiction Rai “Non dirlo al mio capo” e per Romano Montesarchio per i documentari prodotti da

Bronx Film, “So Sempe Chille” sul cantante Franco Ricciardi vincitore di 2 David di Donatello e “1+1 =3” sulla ricerca di una cura al Covid del professor Ascierto. Ha

diretto spot per Loacker, Pesoforma, David Naman, Tesa, Bourdelles des Garcon, Manfrotto. I suoi cortometraggi hanno vinto premi al Trento Film Festival, Ivelise Cine Festival, Altacuuda Film Festival, Borgia Film Festival.

Il Tour Music Fest ritorna a Napoli
Chiara dello Iacovo
Il Tour Music Fest ritorna a Napoli