Cronaca

Ragazzino 11enne si rifiuta di portare la cocaina e i genitori lo insultano: arrestati

Ragazzino 11enne si rifiuta di portare la cocaina e i genitori lo insultano: arrestati

“Bastardo e “infame”. Epiteti pesanti quelli pronunciati da due genitori al loro figlio 11enne, quando questi si è rifiutato di portare un pacco con 10 grammi di cocaina a casa della zia, rispondendo “mi scoccio”.
Ciò è quanto emerge da un’intercettazione del 26 dicembre del 2018.
Proprio i genitori del ragazzino fanno parte tra le 18 persone arrestate ieri, all’alba, dopo un blitz a Torre Annunziata, nel Rione dei Poverelli.
Quando uno dei clienti coinvolti nello spaccio di cocaina viene colpito da un’arma da fuoco, mentre compra la droga, il ragazzino dice al padre: “Non voglio morire per colpa tua”. Egli dimostra così di essere consapevole dell’attività in cui è coinvolta la famiglia. Proprio questa vicenda ha permesso di far scattare il blitz e contestare agli imputati 60 capi d’imputazione.