Pesta a sangue la moglie, poi dichiara: «Non sapevo fosse reato in Italia»

«Non sapevo che in Italia la moglie non si può picchiare». È questa la frase choc di un cittadino nepalese di 44 anni, proferita davanti al Gup di Padova. Lo straniero, come riporta Il Gazzettino, lo scorso giugno, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

sei in  Cronaca

4 anni fa - 3 Ottobre 2018

«Non sapevo che in Italia la moglie non si può picchiare». È questa la frase choc di un cittadino nepalese di 44 anni, proferita davanti al Gup di Padova. Lo straniero, come riporta Il Gazzettino, lo scorso giugno, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Rinviato a giudizio, così come richiesto dal sostituto procuratore Daniela Randolo titolare delle indagini, dovrà comparire davanti al giudice. Il nepalese, assiduo frequentatore delle sale scommesse e all’epoca dei fatti dipendente del Bingo all’Arcella, quartiere cittadino di Padova, l’otto marzo di quest’anno, festa della donna, ha pestato a sangue la moglie.

L’ha picchiata utilizzando un grosso paio di scarpe con la punta rinforzata e l’ha colpita almeno cinque volte sulla schiena. La donna, anche lei nepalese di 26 anni, ha urlato a squarciagola dal dolore e un vicino –

Fonte: Leggo

Pesta a sangue la moglie, poi dichiara: «Non sapevo fosse reato in Italia»
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST