Parcheggiatori abusivi senza scampo: arrivano quattro divieti di dimora

Divieto di dimora nel Comune di Napoli a carico di quattro parcheggiatori abusivi. Il gip del tribunale di Napoli ha disposto questa misura cautelare a seguito delle indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla Procura. Gli investigatori anche grazie all’utilizzo di telecamere, hanno documentato l’attività illecita organizzata e gestita nei minimi dettagli dai quattro soggetti nelle aree della Riviera di Chiaia maggiormente frequentate nei fine settimana e nelle fasce orarie di maggiore affluenza.

sei in  Cronaca

4 anni fa - 1 Ottobre 2018

Divieto di dimora nel Comune di Napoli a carico di quattro parcheggiatori abusivi. Il gip del tribunale di Napoli ha disposto questa misura cautelare a seguito delle indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla Procura. Gli investigatori anche grazie all’utilizzo di telecamere, hanno documentato l’attività illecita organizzata e gestita nei minimi dettagli dai quattro soggetti nelle aree della Riviera di Chiaia maggiormente frequentate nei fine settimana e nelle fasce orarie di maggiore affluenza.

In dettaglio, le immagini esaminate hanno permesso di accertare numerosissimi episodi di condizionamento subito dalle vittime, le quali, intimorite dal rischio di ritorsioni, si vedevano costrette a pagare anche per poter parcheggiare sulle «strisce blu» o, in talune circostanze, nella aree di sosta riservate ai taxi o ai mezzi del trasporto pubblico.

I carabinieri hanno stimato un illecito introito di varie centinaia di euro giornaliere per ciascun parcheggiatore, tenuto conto che il «tariffario» variava dai 2 ai 5 euro per singola sosta. I destinatari del provvedimento, da domani, dovranno comunicare alla polizia giudiziaria il luogo, diverso dal Comune di Napoli, in cui stabilire la loro dimora per effetto del provvedimento cautelare.

(ilmattino.it)

Parcheggiatori abusivi senza scampo: arrivano quattro divieti di dimora
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST