Papà torna a casa e trova la figlia in una pozza di sangue: la giovane muore a 32 anni con un colpo di pistola

Una donna di 32 anni viene trovata priva di vita in casa di suo padre, a Cavriago. Gli inquirenti indagano sulla pista del suicidio. La morte è avvenuta tramite un colpo d'arma da fuoco.
di antonella mosella
4 giorni fa
8 Giugno 2021
Papà torna a casa e trova la figlia in una pozza di sangue: la giovane muore a 32 anni con un colpo di pistola

Una terribile vicenda sconvolge la popolazione di Cavriago, un comune di quasi diecimila anime in provincia di Reggio, nella regione emiliana. Riporta la notizia la voce di Fanpage.it.

Un colpo d’arma da fuoco ha stroncato e spezzato per sempre la vita di una donna di trentadue anni. Il papà della vittima ha rinvenuto il corpo.

I fatti

I tragici fatti si sono svolti nella casa dove viveva la famiglia della donna, nel comune emiliano di Cavriago. Il padre a donna, una volta rientrato a casa, ha fatto l’orribe scoperta. Quella che non avrebbe mai voluto fare.

L’uomo, tornato a casa nella serata di domenica alle ore 20:30 circa, ha subito allertato i soccorsi. I sanitari del 118 hanno prontamente risposto alla chiamata e si sono precipitati sul luogo.

Un’ambulanza e un’autonedica hanno prontamente raggiunto l’abitazione. Ma era ormai era troppo tardi e la vita di sua figlia era perduta per sempre.

Gli esperti hanno notato, sul corpo della giovane vittima, il foro provocato da un colpo di proiettile. La morte ha raggiunto la donna mediante un colpo di pistola, quindi.

L’ipotesi di suicidio

Il medico legale ha accertato quasi immediatamente, non appena ha cominciato l’autopsia sul cadavere della donna, la presenza di un foro di proiettile.

Si tratta insomma, di un dettaglio eloquente sulla morte della giovane, che ha indotto gli inquirenti a formulare una serie di ipotesi da verificare.

La donna, che abitava in un appartamento a Reggio Emilia, si era recata a visitare suo padre nel paesino di Cavriago. Proprio in quest’occasione, si è consumato il dramma.

Gli agenti che stanno indagando sul caso non escludono la pista del suicidio. Anzi, l’ipotesi di un atto estremo, compiuto dalla donna, sembra essere al momento la via più probabile per spiegare l’accaduto.

Temi di questo post