L’ASSOCIAZIONE GUARDIE PARTCOLARI GIURATE SCENDE IN CAMPO AL FIANCO DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA (G.P.G.)

sei in  Attualità

2 mesi fa - 28 Settembre 2021

Protezioni Covid e tutele economiche negate.
Napoli, 27 settembre 2021
Sergio Angrisano
Secondo l’ultima banca dati del Cnel nel nostro paese sono attualmente in vigore 864 contratti collettivi nazionali di lavoro.

Un numero altissimo, che diventa ancora più problematico se si pensa che di questi solo 300 – un numero comunque già cospicuo – sono firmati da sindacati dei lavoratori e datoriali realmente rappresentativi. Basti

pensare che le prime 22 associazioni datoriali – a partire da Confindustria, Confcommercio, Aran – coprono soltanto un terzo dei Ccnl compresi nel repertorio del Cnel. Un preambolo doveroso per evidenziare

le tantissime “Categorie” malvessate, sottopagate con artifizi contrattuali. Ma, vediamo cosa sta accadendo in una delle più tartassate categorie, quello delle GPG (Guardie Particolari Giurate), un universo

lasciato se, non a se stesso, nelle mani di alcuni titolari di Agenzie che, approfittando dell’attuale momento storico che, caratterizzato dalla pandemia e, sembra consentire, a datori di lavoro infedeli, di fare il brutto ed il cattivo

tempo nella gestione dei rapporti con i loro dipendenti. Per chiarire;  1° versamenti contributi non versati, poi esiste un accordo sindacale, siglato il 27-6-2019 che garantisce che superate 200 ore, le prestazioni in termini di ore lavorate

in esubero vanno conteggiate come straordinario, quindi applicando la maggiorazione del 30% così come previsto appunto dal CCNL. Disattendendo tutte le norme contrattuali; molti titolari di

Agenzie, sono arrivati ad eliminare addirittura un livello dalla busta paga, la quattordicesima viene dilazionata in 12 mesi e, chi era di 4 livello Super. In busta paga risulta solo il 4 livello, di fatto, una vera e propria retrocessione di

categoria. L’accordo siglato nel 2019, prevedeva anche i ticket restaurant di 1,50 al giorno, spariti anch’essi, cos’ come, sono state bloccate le ferie, un monteferie che gli operatori non hanno goduto.

Un divario che, stride con i trattamenti riconosciuti ai pari categoria e mansioni operanti nelle regioni del Nord, rispetto a quelle del Sud del Paese. Una ulteriore

punizione (?) alla generosità e l’attaccamento al dovere di donne e di uomini impegnati in tutti i settori operativi, tra questi: Sanità ,Sicurezza pubblica, stride con tutta una serie di

criticità come quelle denunciate alle autorità competenti dai Sindacati territoriali dall’ Associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate guidate dal leader storico Giuseppe Alviti, già

Medaglia d argento al valore civile.
Occorre porre fine a queste ingiustizie, il ruolo delle GPG, non è assolutamente secondario, spesso, le cronache, ci

raccontano di aggressioni ai loro danni e, purtroppo non sono pochi quelli che ci hanno rimesso la vita.

L’ASSOCIAZIONE GUARDIE PARTCOLARI GIURATE SCENDE IN CAMPO AL FIANCO DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA (G.P.G.)