LA RAI ED IL VERO SERVIZIO PUBBLICO “Masaniello arriva su Rai 2”

Giovedì 7 Ottobre in Prima Tv, ore 23:55-Rai 2.
sei in  Cinema e TV

3 settimane fa - 5 Ottobre 2021

LA RAI ED IL VERO SERVIZIO PUBBLICO “Masaniello arriva su Rai 2”

Forse sarà sfuggita ai più, la grande operazione culturale messa in atto dal Direttore uscente di Rai 2 Ludovico Di Meo che in questi ultimi mesi sta offrendo la

possibilità al nuovo cinema italiano di trovare una più vasta platea di pubblico, attraverso il posizionamento in prima visione di pellicole meritevoli

d’attenzione, uscite in sordina in sala e mai proposte prima nel circuito televisivo.
Ed è un Made in Italy completo, perché si tratta di pellicole che affondano le radici nella nostra storia, toccano il sociale,

parlano di integrazione e contemporaneità. Sono film di ampio respiro, diretti da un novero di registi apprezzati dalla critica e interpretati da attori capaci, alcuni dei quali diventati nel tempo volti

riconosciuti ed amati.
L’appuntamento di questa sera è imperdibile, sarà finalmente possibile vedere in chiaro “Amore e Libertà-Masaniello” scritto e diretto dal

talentuoso regista Angelo Antonucci.
La vicenda del film segue le gesta del famoso eroe napoletano, Masaniello, che nel luglio del 1647 guidò la rivolta del popolo

napoletano contro il malgoverno del Viceré Duca D’Arcos. Il pretesto della sommossa, a lungo meditata negli animi dei napoletani, è l’istituzione di una nuova tassa sulla frutta. Masaniello, a capo di pochi inizia

l’insurrezione. Dopo l’iniziale vittoria però, rimane vittima di una congiura ordita ai suoi danni da quegli stessi amici che l’avevano incitato.

Nel ruolo di Masaniello Sergio Assisi ma nel cast ritroviamo anche Franco Nero, Anna Galiena, Antonio Casagrande, Patrizio Rispo, Anna Ammirati e tantissimi altri

giovani al loro debutto, provenienti dalle migliori scuole di teatro e cinema del paese.
Trovare tanta lungimiranza in una rete che

dedica ampio spazio al cinema nazionale è raro, lodevole ed apprezzabile e ci auguriamo che gli ascolti continuino a crescere, così come stanno facendo, dando un forte segnale di ripresa ad un settore in evidente stato di difficoltà.