La caccia ai vandali è finita, presi: “Puliranno la città davanti a tutti”

sei in  Cronaca

3 anni fa - 1 Ottobre 2018

Avevano imbrattato con della vernice rossa uno dei leoncini di piazza San Marco a Venezia. L’episodio alle 4 di notte dell’ultimo sabato. Tre studenti sono stati identificati da carabinieri e polizia locale: non sono veneziani e sono ritenuti anche colpevoli di aver danneggiato il selciato e alcuni gradini di un piccolo ponte, tratteggiando, con la stessa vernice rossa, il disegno di un bambino con in mano due palloncini e sopra la scritta: “Mi state uccidendo”. Denunciati a piede libero. Al vaglio degli inquirenti la posizione di una quarta persona, ripresa dalle telecamere di videosorveglianza. La soddisfazione del sindaco Luigi Brugnaro via Twitter: “La Città non chiede vendetta ma un giusto risarcimento con lavori sociali pubblici davanti a tutti”.

La caccia ai quattro, due uomini e due donne, era stata comunicata via Twitter proprio dal primo cittadino, che con l’hashtag #VeneziaNonSiTocca, aveva espresso l’intento: “Troviamoli per punirli e metterli a ripulire la città davanti a tutti!”.

Lo stesso sindaco, poi, ha comunicato, sempre con un tweet, il lieto fine della vicenda: “Presi i vandali del Leoncino in Piazza S.Marco! Adesso sono sotto interrogatorio e poi comunque deciderà il Magistrato. La Città non chiede vendetta ma un giusto risarcimento con lavori sociali pubblici davanti a tutti. Grazie ai #carabinieri e alla #PoliziaLocale di #Venezia”. (tgcom24)

La caccia ai vandali è finita, presi: “Puliranno la città davanti a tutti”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST