«Era sdraiato a terra senza pantaloni e slip». Migranti. Violenza choc al centro rimpatri, stuprato in gruppo

«Era sdraiato a terra senza pantaloni e slip». Migranti. Violenza choc al centro rimpatri, stuprato in gruppo

sei in  Cronaca

4 anni fa - 14 Settembre 2018

«Era sdraiato a terra senza pantaloni e slip». Migranti. Violenza choc al centro rimpatri, stuprato in gruppo

Erano “ospiti”, se così si può dire, del Centro di permanenza per i rimpatri di Palazzo San Gervasio, vicino Potenza. Erano finiti lì in attesa che venisse reso esecutivo l’ordine di espulsione dal Belpaese. Ma oggi tre immigrati sono stati arrestati per violenza sessuale ai danni di un altro immigrato.

La vicenda

Gli agenti del commissariato di Melfi, insieme al personale di vigilanza del Centro per i rimpatri, hanno così fatto scattare le manette ai polsi di un marocchino di 32 anni, di un tunisino di 36 e un libico di 23. Il cittadino proveniente dalla Libia, secondo quanto emerso poi dagli accertamenti, aveva già collezionato precedenti per un reato simile, sempre per violenza sessuale. I tre dovranno rispondere anche del reato di rissa aggravata. Il personale di polizia era intervenuto dopo aver udito provenire delle grida da uno dei moduli abitativi in cui vivono i migranti nel Cpr. Quando sono arrivati sul posto, gli agenti hanno notato che era in corso anche una violenza sessuale di gruppo. La vittima, secondo quanto emerso, sarebbe stato trovato riverso a terra in posizione supina, privo di pantaloni e di indumenti intimi. (Il Giornale)

«Era sdraiato a terra senza pantaloni e slip». Migranti. Violenza choc al centro rimpatri, stuprato in gruppo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso