Conte contro la Raggi “Basta con la guerra contro tutti”

di  INDISCRETO
2 settimane fa - 5 Ottobre 2021

«Nel M5s è finita la stagione in cui si andava a tutti costi orgogliosamente da soli. C’è già stata una svolta. Il M5s pone un’asticella alta, ma si predispone a costruire con altri partner un percorso comune, non lo disdegna più come invece in quella fase più antica della sua storia». Queste le parole di Giuseppe Conte in visita a Carbonia, dove si trova per un piccolo tour elettorale in vista delle comunali del 10 e 11 ottobre in Sardegna. Il capo politico del Movimento ha evidenziato la necessità di stabilire alleanze dopo il risultato negativo del M5s alle Comunali. Il Movimento – se non alleato al Pd – ha registrato un’emorragia di consensi un po’ ovunque, a cominciare dalle città che ha governato negli ultimi 5 anni. A Roma si attesta al 10% e a Torino il consenso crolla addirittura sotto il 9%. «I progetti vincenti sono quelli che creano un campo largo, un progetto serio, articolato e solido che coinvolge le forze progressiste – ha sottolineato – il fatto che si lavori anche qui in Sardegna in questa direzione è in linea con una traiettoria politica nazionale». Non sembrano per ora essere dello stesso avviso altri nomi di peso nel M5s. Prima tra tutte la sindaca uscente di Roma Virginia Raggi – 19,09% di consensi – che ieri ha detto chiaro e tondo di non voler dare indicazioni di voto sul ballottaggio che vedrà sfidarsi il candidato del centrodestra Enrico Michetti – al primo turno 30,14% – e quello del centrosinistra Roberto Gualtieri – 27,03% al primo turno. A Roma Raggi ha chiuso le amministrative ultima tra i candidati principali, ma pur sempre con un 19,09% di preferenze che saranno determinanti nell’elezione del suo successore. A questo punto a sorpresa, dal momento che la grillina non vede spazio per alleanze («I cittadini non sono mandrie da portare al pascolo»).

Conte contro la Raggi “Basta con la guerra contro tutti”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST