Addio a Fabio, che muore nel sonno a 32 anni: la fidanzata, la famiglia e gli amici in lacrime

Fabio Giamé, a soli 32 anni, muore nel sonno. Lascia la fidanzata Luisa, i genitori, una sorella e un fratello. I funerali si sono tenuti oggi alle 12.
di antonella mosella
5 giorni fa
7 Giugno 2021
Addio a Fabio, che muore nel sonno a 32 anni: la fidanzata, la famiglia e gli amici in lacrime

Per la giornata di oggi, la città di Qualiano, in provincia di Napoli, si tinge di nero. Grande è il dolore per la perdita di un concittadino molto amato e stimato da tutti.

La dolorosa notizia viene riportata dalla redazione di InterNapoli.it. Nella tarda mattinata di oggi, a mezzogiorno circa, i familiari e gli amici hanno potuto dare l’estremo addio a Fabio Giamé.

I funerali si sono svolti all’interno della Parrocchia di Maria Santissima Immacolata. Ma ancora a lungo resterà vivido il ricordo di Fabio Giamè, che a 32 anni ha perso la vita mentre stava dormendo.

I fatti

La tragica perdita si è verificata nel corso dei giorni scorsi, quando la morte lo ha raggiunto nel sonno. In drammatico incubo, che purtroppo si è di rivelato realtà.

I cari lo hanno scoperto soltanto la mattina dopo, alle 7 circa, quando per Fabio era ormai troppo tardi e neanche i medici potevano più intervenire.

Ma è stato ugualmente lanciato l’allarme e i paramedici del 118 si sono precipitati sul posto. Purtroppo, però, non potevano fare nulla per aiutarlo.

Fabio nutriva una grande passione per l’informatica e aveva deciso di farne il suo lavoro. Con la sua morte, lascia la fidanzata Luisa, i suoi amatissimi genitori, una sorella ed un fratello.

Tutta la famiglia è incredula e profondamente addolorata per la sua perdita. Ma anche gli amici sono scioccati da quanto accaduto.

Sui social abbondano i messaggi di affetto e di dolore, ma anche di compartecipazione alla sofferenza della famiglia, che in molti hanno voluto lasciargli.

Un amico scrive: “Eri un mio grande amico, mi dispiace tantissimo. Sto molto male, ma ora sei con gli angeli. Riposa in pace mio caro amico, e sentite condoglianze alla tua famiglia”.

Un altro ancora scrive: “Sconvolto è al dir poco. Tu la mia spalla tu il mio tecnico tu il mio amichetto tu un ragazzo serio e grande lavoratore tu che come hai sentito la Mia voce la settimana scorsa eri entusiasta.

Ci dovevamo vedere x un caffè x parlar un po’ di progetti futuri tu amico mio ci hai giocato uno scherzo bruttissimo… Il signore ti abbia in Gloria Fabio Giamè”.

Temi di questo post