Food

Zuppa di legumi e cereali: un piatto caldo, completo e nutriente

Zuppa di legumi e cereali: un piatto caldo, completo e nutriente

Dopo il tris di giorni festivi del Natale, ci accingiamo a trascorrere gli ultimi giorni dell’anno in un clima freddo e gelido, con neve, pioggia e vento. Per il pranzo di oggi, Mezzogiorno di Cuoco suggerisce una bella zuppa di legumi e cereali, calda, consistente e ricca di sapori e di elementi nutrizionali.

Ingredienti per 4 persone: 100 gr. fagioli borlotti, 80 gr. ceci , 80 gr. di lenticchie, 50 gr. di orzo perlato, 50 gr. di farro. 1 l di brodo vegetale, 1 spicchio d’aglio, 1 carota, 1 cipolla, prezzemolo, sedano, rosmarino, olio extravergine d’oliva, sale q.b, pepe q.b. peperoncino q.b.

Preparazione: per valorizzare e apprezzare al meglio i sapori di questa zuppa , é importante utilizzare legumi secchi. Quindi è importante un passaggio fondamentale: lasciare i legumi in ammollo,per qualche ora, in particolare ceci e fagioli. Per velocizzare i tempi di ammollo potete aggiungere un cucchiaio di bicarbonato.
In una pentola grande, mettete un filo d’olio, aglio, rosmarino e i legumi, aggiungete sale e pepe e coprite con acqua. (due dita sopra,il livello dei legumi). Lasciate cuocere per circa 45 minuti, verificando sempre la consistenza dei legumi.
A parte preparate cipolla, carote e sedano e, in una casseruola con olio fate tostare il farro e l’orzo con un pizzico di sale, pepe e peperoncino. Aggiungerei il brodo e lasciare cuocere per 20 minuti, gin quando i cereali saranno al dente.
Unite i legumi e lasciate cuocere il mix di legumi e cereali per 10 minuti, mescolate ogni tanto lasciando fondere i sapori dei legumi e dei cereali. Lasciatela riposare 5 minuti a fuoco spento. La zuppa é pronta per essere servita. Aggiungete prezzemolo fresco e un filo d’olio e buon appetito. Se volete dare un tocco in piú alla vostra zuppa, aggiungete una fettina di pane tagliato a tocchetti e saltatela in padella realizzando crostini friabili. La zuppa sarà più buona, bella e saporita. Buon appetito!

Condividi
  • TAG :

roberto sica