Cronaca

Whirpool ha deciso: i lavoratori reagiscono in malo modo

di  Redazione  -  17 Settembre 2019

WHIRPOOL LASCIA NAPOLI

La decisione presa da Whirlpool di cedere la sede di Napoli “è una grave scorrettezza da parte della multinazionale nei confronti del governo e dei lavoratori”. L’ha detto il sottosegretario al Mise, Alessandra Todde (M5s). Dure anche le parole del vicecapo di Gabinetto, Giorgio Sorial (M5s): “Il governo non può accettare questo”.

La decisione dell’azienda va contro gli impegni presi in questi mesi di confronto al Mise, ma anche l’accordo sottoscritto nel mese di ottobre del 2018″. Nel corso dell’incontro, il ministero fa sapere che l’azienda ha comunicato la decisione di procedere alla cessione di ramo d’azienda ad un possibile partner.

LA RISPOSTA DI WHIRPOOL
Whirlpool, in una nota, fa sapere che “il trasferimento del ramo d’azienda rappresenta l’unico modo per tutelare la massima occupazione a Napoli e offrire un futuro sostenibile di lungo termine allo stabilimento che, in alternativa, avrebbe cessato ogni attività produttiva”.

I sindacati verso lo sciopero: mercoledì ci sarà un’assemblea a Napoli sulla conferma del blocco dei cancelli.

Fonte: Tgcom