Vittorio Feltri vs Veronica Gentili, di Stasera Italia:” Simpatica come una zanzara tigre sullo scroto”

sei in  Gossip

4 mesi fa - 10 Agosto 2021

“VERONICA GENTILI È SIMPATICA COME UNA ZANZARA TIGRE SULLO SCROTO” – VITTORIO FELTRI RIVERSA FIELE SU TWITTER CONTRO LA CONDUTTRICE DI “STASERA ITALIA”. IL MOTIVO? VITTORIONE NON HA MAI DIMENTICATO IL COATTISSIMO FUORIONDA DELLA GIORNALISTA DEL 2018: “MA FELTRI QUANTO STA ‘MBRIACO? GUARDA, CIOCCATELO: TUTTO ROSSO CHE FUMA. CHE SPETTACOLO…” – LE PUNTATE PRECEDENTI: “ATTRICETTA, SEMBRA ISTERICA, BALORDA. O FORSE LO È. CHE MESTIERE FA, LA VALLETTA?”

La storia è semplice: durante un fuorionda una giornalista, dimentica che quello che viene detto in un microfono non sempre è destinato a

restare confinato in una cabina di regia, insulta pesantemente un altro giornalista. Questi lo viene a sapere – come tutto il resto del Paese – e

risponde al fuoco con una serie di insulti non più lievi. La giornalista decide di scrivere una lettera di scuse, ma – sorpresa! – vengono

rispedite al mittente in pubblica piazza e ridicolizzate. E il web fa quello che gli riesce meglio: si spacca.

Siete confusi? Niente paura: bastano due nomi per capire di cosa stiamo parlando: Vittorio Feltri e Veronica Gentili. Ma ricostruiamo i fatti:

mentre il direttore di Libero è ospite della trasmissione ‘Stasera Italia’ su Rete4, la conduttrice nel fuorionda si lascia sfuggire le seguenti

parole: “È talmente ubriaco che non riesce neanche a parlare: che spettacolo! Ma quanto si è ubriacato? Ma cosa c… si è bevuto?”.

Un fuorionda, si sa, resta tale solo finché un programma come Striscia la notizia non ci mette le mani e così Feltri viene a sapere dal

programma satirico cosa la Gentili ha detto alle sue spalle. Apriti cielo! La prima replica arriva ai microfoni di Radio 24, cui Feltri racconta di aver ricevuto una lettera di scuse dalla collega. “È una lettera come la può scrivere un’attricetta prestata al giornalismo. È una che scrive in modo tale da non potermi dare lezioni di alcun tipo” dice. Prima bordata. La seconda arriva con la pubblicazione su . ‘Libero’ della lettera e della risposta.

 “Mi sono lasciata trasportare dal tuo linguaggio colorito e dalla tua proverbiale ironia, e, presa dall’ onda c’ho scherzato su, convinta di non essere ascoltata che dalle orecchie di un collega” scrive la Gentili, “Mi piace scherzare sí, ma non mi sognerei mai di mostrarmi irriverente nei confronti di un giornalista la cui storia parla da sola e da cui non posso che imparare. Ti prego quindi di credermi se ti dico che mi dispiace davvero molto”

Scuse, si diceva, respinte al mittente. E senza tanti complimenti. “Io sopporto quasi tutto, ma non tutto”, scrive Feltri ma “gli insulti che mi hai rivolto sono indigeribili. Nella mia vita, pur avendone combinate di ogni colore, non mi sono mai sbronzato (…) Sarebbe come se io dicessi di te, bella ragazza, che per arrivare stabilmente sul video l’hai data via, ciò che non escludo eppure non posso affermare perché, a differenza di te, non sostengo alcuna tesi in mancanza di prove”. E, a corredo delle sue parole, una galleria di foto prese dal profilo Instagram della giornalista.

E’ a questo punto che il web si divide, tra chi sostiene che Feltri ha fatto bene a non perdonare e chi invece non gi perdona di averla buttata sul sessismo, in primis usando quelle foto.

Oggi è un famosissimo personaggio, ex giornalista (ha dato le dimissioni dall’Ordine), ma in passato Vittorio Feltri si è occupato di tutt’altro: ecco cosa sappiamo sul suo conto.

Personaggio discusso e molto controverso, Vittorio Feltri è sempre al centro dell’attenzione. Stiamo parlando del direttore di Libero (nonostante non sia più giornalista, avendo dato le dimissioni dall’Ordine), un uomo che non ha mai avuto scrupoli nel dire la sua, tanto da suscitare spesso polemiche per le sue affermazioni ciniche. E forse il suo carattere così duro deriva dai grandi dolori che ha dovuto affrontare durante la giovinezza…

Vittorio Feltri, biografia e vita privata

Nato a Bergamo il 25 giugno 1943, sotto il segno zodiacale del Cancro, Vittorio Feltri è rimasto orfano di padre all’età di 6 anni. Il signor

Angelo è infatti morto a 43 anni, perché da tempo soffriva della malattia di Addison. Nel corso della sua vita, Vittorio è stato funestato anche

da un altro lutto. Si è infatti sposato giovanissimo con Maria Luisa, dalla quale ha avuto due figlie gemelle, Saba e Laura.

Pochi mesi dopo il parto, a causa di alcune complicazioni insorte, sua moglie è morta: lui aveva appena 24 anni e si è ritrovato da solo a

crescere due bambine. La sua salvezza è stata Enoe Bonfanti, una giovane donna entrata in punta di piedi nella sua vita, che è stata in

grado di stravolgerla. Vittorio l’ha sposata e dalla loro unione sono nati altri due figli: Mattia (anch’egli giornalista) e Fiorenza.

Oggi Feltri ha una vita piena e felice, circondato dai suoi figli e da tanti nipotini. Ha vissuto tantissimi anni in una splendida villa

Ponteranica Alta, in provincia di Bergamo, ma nell’estate del 2019 ha annunciato il suo imminente trasloco a Milano per poter essere vicino alla redazione di Libero, di cui è il direttore. Inoltre ha un profilo facebook molto seguito, sul quale pubblica i suoi famosi commenti così provocatori così come anche su Instagram.

La carriera di Vittorio Feltri

Dopo il diploma, Vittorio ha studiato Scienze Politiche e ha iniziato a collaborare con L’Eco di Bergamo, riuscendo nel frattempo a vincere un concorso pubblico come impiegato. Ha lavorato così per diversi anni, ma nonostante fosse diventato ben presto di ruolo ha deciso di seguire la sua vera passione, il giornalismo. Iscritto all’Ordine nel 1971, Vittorio ha avuto una carriera folgorante, che però è terminata nel 2020 a causa delle sue dimissioni dall’Ordine.

Ha scritto per il Corriere della Sera e in poco tempo ha raggiunto le massime posizioni, diventando direttore di varie testate giornalistiche. Nel 1993 ha conosciuto Silvio Berlusconi, che gli ha proposto di lavorare in tv, ma lui non ha mai accettato. È stato a capo de Il Giornale in più occasioni, intervallando questo incarico con altre direzioni di prestigio. Nel 2000, Vittorio ha fondato il suo quotidiano, Libero. Ha lasciato anche questa posizione per ben due volte, ma dal 2016 è tornato a dirigere la sua “creatura”, fino al 2020 quando ha terminato la sua carriera.

Chi è Enoe Bonfanti, moglie di Feltri

Sappiamo poco sulla seconda moglie di Vittorio Feltri, conosciamo solo l’anno delle nozze. La coppia è sposata infatti dal 1968, un anno dopo la scomparsa della prima moglie di Feltri, Maria Luisa. Durante un’intervista a Domenica Live Feltri ha raccontato parzialmente le circostanze del suo incontro con Enoe: “È successo così, sono rimasto vedovo, una parola orrenda, con due figlie. Nella disgrazia, però, ho avuto la fortuna di incontrare una donna che mi ha salvato la vita che è la mia attuale moglie”.

4 curiosità su Vittorio Feltri

-È un grande amante dei gatti, e a quanto pare vive con ben quattro amici pelosi in casa.

-Ha suscitato polemiche quando, in un’intervista a La Zanzara, ha dichiarato di non voler diventare parlamentare per non rinunciare al suo stipendio (che lui stesso ha rivelato essere di 700mila euro l’anno).

-È vegetariano, ma la sua è una dieta non troppo rigida. Ha dichiarato più volte di non mangiare alcun tipo di animale, ma non può fare a meno di uova e formaggi.

– Sul patrimonio di Vittorio Feltri non abbiamo informazioni, anche se si è sempre discusso, negli anni, del suo compenso come direttore di Libero. Nel 2009 il sindacato dei giornalisti italiani avrebbe chiesto al ministero del Lavoro di compiere verifiche sullo stipendio di Feltri, che si pensava si aggirasse sui 3 milioni di euro all’anno. L’informazione è smentita prontamente dall’ex giornalista.

“VERONICA GENTILI È SIMPATICA COME UNA ZANZARA TIGRE SULLO SCROTO” – VITTORIO FELTRI RIVERSA FIELE SU TWITTER CONTRO LA CONDUTTRICE DI “STASERA ITALIA”. IL MOTIVO? VITTORIONE NON HA MAI DIMENTICATO IL COATTISSIMO FUORIONDA DELLA GIORNALISTA DEL 2018: “MA FELTRI QUANTO STA ‘MBRIACO? GUARDA, CIOCCATELO: TUTTO ROSSO CHE FUMA. CHE SPETTACOLO…” – LE PUNTATE PRECEDENTI: “ATTRICETTA, SEMBRA ISTERICA, BALORDA. O FORSE LO È. CHE MESTIERE FA, LA VALLETTA?”

Oggi è un famosissimo personaggio, ex giornalista (ha dato le dimissioni dall’Ordine), ma in passato Vittorio Feltri si è occupato di tutt’altro: ecco cosa sappiamo sul suo conto.

Personaggio discusso e molto controverso, Vittorio Feltri è sempre al centro dell’attenzione. Stiamo parlando del direttore di Libero (nonostante non sia più giornalista, avendo dato le dimissioni dall’Ordine), un uomo che non ha mai avuto scrupoli nel dire la sua, tanto da suscitare spesso polemiche per le sue affermazioni ciniche. E forse il suo carattere così duro deriva dai grandi dolori che ha dovuto affrontare durante la giovinezza…

Vittorio Feltri, biografia e vita privata

Nato a Bergamo il 25 giugno 1943, sotto il segno zodiacale del Cancro, Vittorio Feltri è rimasto orfano di padre all’età di 6 anni. Il signor Angelo è infatti morto a 43 anni, perché da tempo soffriva della malattia di Addison. Nel corso della sua vita, Vittorio è stato funestato anche da un altro lutto. Si è infatti sposato giovanissimo con Maria Luisa, dalla quale ha avuto due figlie gemelle, Saba e Laura.

Pochi mesi dopo il parto, a causa di alcune complicazioni insorte, sua moglie è morta: lui aveva appena 24 anni e si è ritrovato da solo a crescere due bambine. La sua salvezza è stata Enoe Bonfanti, una giovane donna entrata in punta di piedi nella sua vita, che è stata in grado di stravolgerla. Vittorio l’ha sposata e dalla loro unione sono nati altri due figli: Mattia (anch’egli giornalista) e Fiorenza.

Oggi Feltri ha una vita piena e felice, circondato dai suoi figli e da tanti nipotini. Ha vissuto tantissimi anni in una splendida villa a Ponteranica Alta, in provincia di Bergamo, ma nell’estate del 2019 ha annunciato il suo imminente trasloco a Milano per poter essere vicino alla redazione di Libero, di cui è il direttore. Inoltre ha un profilo facebook molto seguito, sul quale pubblica i suoi famosi commenti così provocatori così come anche su Instagram.

La carriera di Vittorio Feltri

Dopo il diploma, Vittorio ha studiato Scienze Politiche e ha iniziato a collaborare con L’Eco di Bergamo, riuscendo nel frattempo a vincere un concorso pubblico come impiegato. Ha lavorato così per diversi anni, ma nonostante fosse diventato ben presto di ruolo ha deciso di seguire la sua vera passione, il giornalismo. Iscritto all’Ordine nel 1971, Vittorio ha avuto una carriera folgorante, che però è terminata nel 2020 a causa delle sue dimissioni dall’Ordine.

Ha scritto per il Corriere della Sera e in poco tempo ha raggiunto le massime posizioni, diventando direttore di varie testate giornalistiche. Nel 1993 ha conosciuto Silvio Berlusconi, che gli ha proposto di lavorare in tv, ma lui non ha mai accettato. È stato a capo de Il Giornale in più occasioni, intervallando questo incarico con altre direzioni di prestigio. Nel 2000, Vittorio ha fondato il suo quotidiano, Libero. Ha lasciato anche questa posizione per ben due volte, ma dal 2016 è tornato a dirigere la sua “creatura”, fino al 2020 quando ha terminato la sua carriera.

Chi è Enoe Bonfanti, moglie di Feltri

Sappiamo poco sulla seconda moglie di Vittorio Feltri, conosciamo solo l’anno delle nozze. La coppia è sposata infatti dal 1968, un anno dopo la scomparsa della prima moglie di Feltri, Maria Luisa. Durante un’intervista a Domenica Live Feltri ha raccontato parzialmente le circostanze del suo incontro con Enoe: “È successo così, sono rimasto vedovo, una parola orrenda, con due figlie. Nella disgrazia, però, ho avuto la fortuna di incontrare una donna che mi ha salvato la vita che è la mia attuale moglie”.

4 curiosità su Vittorio Feltri

-È un grande amante dei gatti, e a quanto pare vive con ben quattro amici pelosi in casa.

-Ha suscitato polemiche quando, in un’intervista a La Zanzara, ha dichiarato di non voler diventare parlamentare per non rinunciare al suo stipendio (che lui stesso ha rivelato essere di 700mila euro l’anno).

-È vegetariano, ma la sua è una dieta non troppo rigida. Ha dichiarato più volte di non mangiare alcun tipo di animale, ma non può fare a meno di uova e formaggi.

– Sul patrimonio di Vittorio Feltri non abbiamo informazioni, anche se si è sempre discusso, negli anni, del suo compenso come direttore di Libero. Nel 2009 il sindacato dei giornalisti italiani avrebbe chiesto al ministero del Lavoro di compiere verifiche sullo stipendio di Feltri, che si pensava si aggirasse sui 3 milioni di euro all’anno. L’informazione è smentita prontamente dall’ex giornalista.

Vittorio Feltri vs Veronica Gentili, di Stasera Italia:” Simpatica come una zanzara tigre sullo scroto”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST