Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni di prognosi per l’inviato di Striscia la Notizia

sei in  Gossip

3 settimane fa - 5 Ottobre 2021

Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni  di prognosi per l’inviato di Striscia la  Notizia

Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni
di prognosi per l’inviato di Striscia la
Notizia

Vittorio Brumotti è stato aggredito in

provincia di Foggia, mentre con una troupe

era intento a documentare lo stato di un

quartiere in cui si spaccia alla luce del

sole. L’inviato è stato colpito da un pugno

in pieno volto e gli spettano trenta

giorni di prognosi: “La ferocia di queste

persone non ci fermerà” ha dichiarato il

biker.

Vittori Brumotti è stato nuovamente vittimi

di un’aggressione, avvenuta nel pomeriggio

di martedì 5 ottobre a San Bernardino di

San Severo in provincia di Foggia.

L’inviato di Striscia la Notizia è stato

accerchiato e preso a pugni, lo hanno

colpito in pieno volto, motivo per cui dopo

il controllo in ospedale, gli hanno dato

trenta giorni di prognosi per trauma

facciale.

L’aggressione e l’intervento della polizia
Il noto volto di Canale 5 si trovava in quelle zone con la sua troupe già da alcuni giorni, per documentare lo spaccio di droga che si verifica senza alcun tipo di controllo, a tutte le ore del giorno, in quartiere che sembra essere abitato da un gran numero di malviventi. Nel pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato minacciato, inseguito e infine aggredito. Il pugno che gli ha procurato la prognosi gli è stato sferrato con estrema violenza in pieno volto. In seguito all’aggressione sono intervenute le forze dell’ordine, ai fini di placare gli animi già particolarmente accesi. Nella rissa sono stati colpiti anche alcuni collaboratori della troupe e anche due degli agenti che sono intervenuti per sedare la discussione.

Il commento di Brumotti
A qualche ora dall’accaduto è lo stesso Brumotti a commentare quanto gli è successo, dimostrando di non arrendersi anche dinanzi all’ennesimo gesto di violenza perpetrato nei suoi confronti e che, piuttosto che fermarlo, gli dà la forza di continuare nel suo lavoro: “La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà. Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla”. In seguito a quanto è avvenuto, la redazione del tg satirico ha stabilito che il servizio integrale venga trasmesso nei prossimi giorni durante il consueto appuntamento pre-serale con Striscia la Notizia.

Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni di prognosi per l’inviato di Striscia la Notizia
Vittorio Brumotti è stato aggredito in provincia di Foggia, mentre con una troupe era intento a documentare lo stato di un quartiere in cui si spaccia alla luce del sole. L’inviato è stato colpito da un pugno in pieno volto e gli spettano trenta giorni di prognosi: “La ferocia di queste persone non ci fermerà” ha dichiarato il biker.

Vittori Brumotti è stato nuovamente vittimi di un’aggressione, avvenuta nel pomeriggio di martedì 5 ottobre a San Bernardino di San Severo in provincia di Foggia. L’inviato di Striscia la Notizia è stato accerchiato e preso a pugni, lo hanno colpito in pieno volto, motivo per cui dopo il controllo in ospedale, gli hanno dato trenta giorni di prognosi per trauma facciale.

L’aggressione e l’intervento della polizia
Il noto volto di Canale 5 si trovava in quelle zone con la sua troupe già da alcuni giorni, per documentare lo spaccio di droga che si verifica senza alcun tipo di controllo, a tutte le ore del giorno, in quartiere che sembra essere abitato da un gran numero di malviventi. Nel pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato minacciato, inseguito e infine aggredito. Il pugno che gli ha procurato la prognosi gli è stato sferrato con estrema violenza in pieno volto. In seguito all’aggressione sono intervenute le forze dell’ordine, ai fini di placare gli animi già particolarmente accesi. Nella rissa sono stati colpiti anche alcuni collaboratori della troupe e anche due degli agenti che sono intervenuti per sedare la discussione.

Il commento di Brumotti
A qualche ora dall’accaduto è lo stesso Brumotti a commentare quanto gli è successo, dimostrando di non arrendersi anche dinanzi all’ennesimo gesto di violenza perpetrato nei suoi confronti e che, piuttosto che fermarlo, gli dà la forza di continuare nel suo lavoro: “La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà. Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla”. In seguito a quanto è avvenuto, la redazione del tg satirico ha stabilito che il servizio integrale venga trasmesso nei prossimi giorni durante il consueto appuntamento pre-serale con Striscia la Notizia.

Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni di prognosi per l’inviato di Striscia la Notizia
Vittorio Brumotti è stato aggredito in provincia di Foggia, mentre con una troupe era intento a documentare lo stato di un quartiere in cui si spaccia alla luce del sole. L’inviato è stato colpito da un pugno in pieno volto e gli spettano trenta giorni di prognosi: “La ferocia di queste persone non ci fermerà” ha dichiarato il biker.

Vittori Brumotti è stato nuovamente vittimi di un’aggressione, avvenuta nel pomeriggio di martedì 5 ottobre a San Bernardino di San Severo in provincia di Foggia. L’inviato di Striscia la Notizia è stato accerchiato e preso a pugni, lo hanno colpito in pieno volto, motivo per cui dopo il controllo in ospedale, gli hanno dato trenta giorni di prognosi per trauma facciale.

L’aggressione e l’intervento della polizia
Il noto volto di Canale 5 si trovava in quelle zone con la sua troupe già da alcuni giorni, per documentare lo spaccio di droga che si verifica senza alcun tipo di controllo, a tutte le ore del giorno, in quartiere che sembra essere abitato da un gran numero di malviventi. Nel pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato minacciato, inseguito e infine aggredito. Il pugno che gli ha procurato la prognosi gli è stato sferrato con estrema violenza in pieno volto. In seguito all’aggressione sono intervenute le forze dell’ordine, ai fini di placare gli animi già particolarmente accesi. Nella rissa sono stati colpiti anche alcuni collaboratori della troupe e anche due degli agenti che sono intervenuti per sedare la discussione.

Il commento di Brumotti
A qualche ora dall’accaduto è lo stesso Brumotti a commentare quanto gli è successo, dimostrando di non arrendersi anche dinanzi all’ennesimo gesto di violenza perpetrato nei suoi confronti e che, piuttosto che fermarlo, gli dà la forza di continuare nel suo lavoro: “La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà. Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla”. In seguito a quanto è avvenuto, la redazione del tg satirico ha stabilito che il servizio integrale venga trasmesso nei prossimi giorni durante il consueto appuntamento pre-serale con Striscia la Notizia.

Vittorio Brumotti aggredito, trenta giorni di prognosi per l’inviato di Striscia la Notizia
Vittorio Brumotti è stato aggredito in provincia di Foggia, mentre con una troupe era intento a documentare lo stato di un quartiere in cui si spaccia alla luce del sole. L’inviato è stato colpito da un pugno in pieno volto e gli spettano trenta giorni di prognosi: “La ferocia di queste persone non ci fermerà” ha dichiarato il biker.

Vittori Brumotti è stato nuovamente vittimi di un’aggressione, avvenuta nel pomeriggio di martedì 5 ottobre a San Bernardino di San Severo in provincia di Foggia. L’inviato di Striscia la Notizia è stato accerchiato e preso a pugni, lo hanno colpito in pieno volto, motivo per cui dopo il controllo in ospedale, gli hanno dato trenta giorni di prognosi per trauma facciale.

L’aggressione e l’intervento della polizia
Il noto volto di Canale 5 si trovava in quelle zone con la sua troupe già da alcuni giorni, per documentare lo spaccio di droga che si verifica senza alcun tipo di controllo, a tutte le ore del giorno, in quartiere che sembra essere abitato da un gran numero di malviventi. Nel pomeriggio di martedì 5 ottobre è stato minacciato, inseguito e infine aggredito. Il pugno che gli ha procurato la prognosi gli è stato sferrato con estrema violenza in pieno volto. In seguito all’aggressione sono intervenute le forze dell’ordine, ai fini di placare gli animi già particolarmente accesi. Nella rissa sono stati colpiti anche alcuni collaboratori della troupe e anche due degli agenti che sono intervenuti per sedare la discussione.

Il commento di Brumotti

A qualche ora dall’accaduto è lo stesso

Brumotti a commentare quanto gli è

successo, dimostrando di non arrendersi

anche dinanzi all’ennesimo gesto di

violenza perpetrato nei suoi confronti e

che, piuttosto che fermarlo, gli dà la

forza di continuare nel suo lavoro: “La

ferocia di queste persone che pensano di

dominare il territorio non ci fermerà.

Continueremo a girare l’Italia e a

denunciare tutte queste situazioni di

degrado. Facciamolo tutti per i bambini,

non si può far finta di nulla”. In seguito

a quanto è avvenuto, la redazione del tg

satirico ha stabilito che il servizio

integrale venga trasmesso nei prossimi

giorni durante il consueto appuntamento

pre-serale con Striscia la Notizia.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST