Venezia altro che “patacche” da fuori: virologi trombano attori e modelle e sfilano sul red carpet

di  Giuseppe Cossentino
2 mesi fa - 3 Settembre 2021

Scandalo Venezia: i virologi sfilano sul red carpet di Venezia accanto ad attori e modelle..

Oltre i limiti dell’assurdità…

Ormai sono come il prezzemolo, stanno dappertutto. Apri il giornale e li trovi lì. Accendi la tv e li vedi in primo piano, qualsiasi programma sia, dalla cucina all’approfondimento politico, passando per la Partita del cuore. Ti sintonizzi su qualsiasi rete radio e senti la loro voce. Scorri la home dei social e vedi i principali quotidiani italiani che rilanciano le loro dichiarazioni e le loro fake news. Mancano i reality show, ma ci siamo quasi. Di chi parliamo? Dei virologi, ovviamente. E infatti non potevano mancare nell’evento italiano di punta di questi giorni: la Mostra del Cinema di Venezia. Più di qualcuno, infatti, è rimasto sbalordito quando sul red carpet si è apparso Roberto Burioni. Davvero: c’era anche lui. In che veste? E perché?

Star, premi Oscar e supermodel sul red carpet inaugurale della 78esima mostra del cinema di Venezia che si è aperta con la consegna del Leone d’Oro alla carriera a Roberto Benigni e la proiezione in anteprima mondiale del nuovo film di Pedro Almodóvar “Madres paralelas”, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro della Cultura, Dario Franceschini. Ma anche della regista Jane Campion, arrivata sul tappeto rosso proprio insieme a Benigni e alla moglie Nicoletta Braschi, a Isabelle Huppert, e della giurata e Leone d’Oro 2020 Chloé Zhao, fino all’attrice britannica Helen Mirren. E poi? In mezzo a cotanto cinema, arriva lui, Roberto Burioni.

“Con il virologo Roberto Burioni sfilano sul red carpet della i sì vax”, commenta l’Adnkronos. E lui, sempre più a suo agio con telecamere e mondanità, ha prontamente commentato: “Certo, sono qui anche per testimoniare l’importanza delle vaccinazioni”, ha detto ai suoi accompagnatori prima di entrare nella Sala Grande del Palazzo del Cinema per la cerimonia inaugurale del festival.

Chissà ora quanto starà “rosicando” Matteo Bassetti, star indiscussa di social e tv, pronto ormai per l’Isola dei famosi, come gli ha detto sarcasticamente il leader di ItalExit Gianluigi Paragone durante una trasmissione. Dopo la Partita del Cuore e la “nomina” a modello per un brand di moda, Bassetti starà crepando d’invidia per la partecipazione di Burioni a Venezia. Chissà, però, che nei prossimi giorni non arrivi anche il suo turno in questa gara tra virologi alla popolarità e alla massmediaticità.

Assurdo: i virologi sfilano sul red carpet di Venezia accanto ad attori e modelle

Ormai sono come il prezzemolo, stanno dappertutto. Apri il giornale e li trovi lì. Accendi la tv e li vedi in primo piano, qualsiasi programma sia, dalla cucina all’approfondimento politico, passando per la Partita del cuore. Ti sintonizzi su qualsiasi rete radio e senti la loro voce. Scorri la home dei social e vedi i principali quotidiani italiani che rilanciano le loro dichiarazioni e le loro fake news. Mancano i reality show, ma ci siamo quasi. Di chi parliamo? Dei virologi, ovviamente. E infatti non potevano mancare nell’evento italiano di punta di questi giorni: la Mostra del Cinema di Venezia. Più di qualcuno, infatti, è rimasto sbalordito quando sul red carpet si è apparso Roberto Burioni. Davvero: c’era anche lui. In che veste? E perché?

Star, premi Oscar e supermodel sul red carpet inaugurale della 78esima mostra del cinema di Venezia che si è aperta con la consegna del Leone d’Oro alla carriera a Roberto Benigni e la proiezione in anteprima mondiale del nuovo film di Pedro Almodóvar “Madres paralelas”, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro della Cultura, Dario Franceschini. Ma anche della regista Jane Campion, arrivata sul tappeto rosso proprio insieme a Benigni e alla moglie Nicoletta Braschi, a Isabelle Huppert, e della giurata e Leone d’Oro 2020 Chloé Zhao, fino all’attrice britannica Helen Mirren. E poi? In mezzo a cotanto cinema, arriva lui, Roberto Burioni.

“Con il virologo Roberto Burioni sfilano sul red carpet della i sì vax”, commenta l’Adnkronos. E lui, sempre più a suo agio con telecamere e mondanità, ha prontamente commentato: “Certo, sono qui anche per testimoniare l’importanza delle vaccinazioni”, ha detto ai suoi accompagnatori prima di entrare nella Sala Grande del Palazzo del Cinema per la cerimonia inaugurale del festival.

Chissà ora quanto starà “rosicando” Matteo Bassetti, star indiscussa di social e tv, pronto ormai per l’Isola dei famosi, come gli ha detto sarcasticamente il leader di ItalExit Gianluigi Paragone durante una trasmissione. Dopo la Partita del Cuore e la “nomina” a modello per un brand di moda, Bassetti starà crepando d’invidia per la partecipazione di Burioni a Venezia. Chissà, però, che nei prossimi giorni non arrivi anche il suo turno in questa gara tra virologi alla popolarità e alla massmediaticità.

Assurdo: i virologi sfilano sul red carpet di Venezia accanto ad attori e modelle

Ormai sono come il prezzemolo, stanno dappertutto. Apri il giornale e li trovi lì. Accendi la tv e li vedi in primo piano, qualsiasi programma sia, dalla cucina all’approfondimento politico, passando per la Partita del cuore. Ti sintonizzi su qualsiasi rete radio e senti la loro voce. Scorri la home dei social e vedi i principali quotidiani italiani che rilanciano le loro dichiarazioni e le loro fake news. Mancano i reality show, ma ci siamo quasi. Di chi parliamo? Dei virologi, ovviamente. E infatti non potevano mancare nell’evento italiano di punta di questi giorni: la Mostra del Cinema di Venezia. Più di qualcuno, infatti, è rimasto sbalordito quando sul red carpet si è apparso Roberto Burioni. Davvero: c’era anche lui. In che veste? E perché?

Star, premi Oscar e supermodel sul red carpet inaugurale della 78esima mostra del cinema di Venezia che si è aperta con la consegna del Leone d’Oro alla carriera a Roberto Benigni e la proiezione in anteprima mondiale del nuovo film di Pedro Almodóvar “Madres paralelas”, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro della Cultura, Dario Franceschini. Ma anche della regista Jane Campion, arrivata sul tappeto rosso proprio insieme a Benigni e alla moglie Nicoletta Braschi, a Isabelle Huppert, e della giurata e Leone d’Oro 2020 Chloé Zhao, fino all’attrice britannica Helen Mirren. E poi? In mezzo a cotanto cinema, arriva lui, Roberto Burioni.

“Con il virologo Roberto Burioni sfilano sul red carpet della i sì vax”, commenta l’Adnkronos. E lui, sempre più a suo agio con telecamere e mondanità, ha prontamente commentato: “Certo, sono qui anche per testimoniare l’importanza delle vaccinazioni”, ha detto ai suoi accompagnatori prima di entrare nella Sala Grande del Palazzo del Cinema per la cerimonia inaugurale del festival.

Chissà ora quanto starà “rosicando” Matteo Bassetti, star indiscussa di social e tv, pronto ormai per l’Isola dei famosi, come gli ha detto sarcasticamente il leader di ItalExit Gianluigi Paragone durante una trasmissione. Dopo la Partita del Cuore e la “nomina” a modello per un brand di moda, Bassetti starà crepando d’invidia per la partecipazione di Burioni a Venezia. Chissà, però, che nei prossimi giorni non arrivi anche il suo turno in questa gara tra virologi alla popolarità e alla massmediaticità.

Venezia  altro che “patacche” da fuori: virologi trombano  attori e modelle e sfilano sul red carpet
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST