Vanno al funerale tutti insieme col furgone, intera famiglia distrutta in incidente: 7 morti

sei in  Cronaca

di  Jennifer Pagano

Vanno al funerale tutti insieme col furgone, intera famiglia distrutta in incidente: 7 morti

22 Giugno 2022

Condividi

Aveva chiesto il cambio al volante
di un pulmino di famiglia e stava dormendo per riposarsi un po’ durante un lungo viaggio.

Quando si è svegliato di soprassalto ritrovandosi insanguinano e ferito ma soprattutto davanti a una carneficina
in cui ha perso quasi l’intera famiglia tra cui la figlia di appena 10 mesi.

È la terribile esperienza vissuta da Pedro Clariman, 26enne neozelandese
che ha visto la sua intera famiglia sterminata in un terribile incidente stradale avvenuto nella notte tra domenica e lunedì scorsi a Picton,
in Nuova Zelanda.

In vista del funerale di un parente,
il gruppo aveva deciso di intraprendere il lungo viaggio tutti insieme con un pulmino.

Dei nove a bordo solo due sono riusciti a salvarsi mentre per gli altri sette l’impatto tra il loro mezzo e un tir si è rivelato fatale.

Oltre al 26enne l’unico sopravvissuto è il 16enne Luie Lagud, che però è ricoverato in coma farmacologico e in gravissime condizioni in ospedale.

Una vera e propria strage che fa dell’incidente il più mortale sulle strade della Nuova Zelanda da oltre due anni.

Nello schianto frontale tra furgone e tir sono morti l’insegnante di scuola Paul Brown, 61 anni, sua moglie Diseree Brown, 48 anni, e il loro figlio più piccolo Mark, di 14 anni.

Con loro anche la sorella di Diseree, Divine Dolar, 56 anni, e la figlia di questa, Flordeliza Dolar, 19 anni, e infine la moglie di Pedro e la figlioletta di appena 10 mesi.

Un dolore straziante quello di Pedro Clariman che è di gran lunga superiore a quello fisico che sta provando nell’ospedale dove è ricoverato dopo l’incidente.

All’uomo sono rimasti solo i fratelli che per altri impegni non avevano partecipato al viaggio.

Questi si sono riuniti nella casa di famiglia a Pukekohe, in attesa di notizie sull’altro sopravvissuto all’incidente, che ieri pomeriggio è stato operato dopo essere stato messo in coma.

Ha subito ferite significative alla colonna vertebrale e alla testa.

La famiglia, è ora ansiosa a che di sapere i risultati dell’indagine per capire cosa sia accaduto in strada e cosa abbia portato al drammatico incidente.

I primi rilievi suggeriscono che il furgone avesse attraversato la linea centrale che delimita le due corsie di marcia prima di schiantarsi frontalmente contro il tir che sopraggiungeva nel senso opposto.

Cronaca

Bombe russe su un centro commerciale a Kremenchuk e su Lysychansk: 16 morti e 59 feriti Ministero della Salute: è allarme per le ondate di calore
leggi articoli di  Cronaca
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin

Jennifer Pagano

TEMI DI QUESTO POST cronaca incidente primo piano tragedia