Vaccini: resta l’obbligo

sei in  Cronaca

3 anni fa - 5 Settembre 2018

Vaccini, la maggioranza fa dietrofront: sono obbligatori per andare a scuola

Cancellato l’emendamento al Milleproroghe che avrebbe permesso per quest’anno ai bambini senza profilassi di frequentare nidi e materne

Sarebbe infatti pronto un emendamento della stessa maggioranza che sopprime un comma del decreto Milleproroghe che avrebbe reso non obbligatori i vaccini per i bambini di materne e asili. Previsione che avrebbe disinnescato la legge Lorenzin, cancellando per quest’anno il divieto di iscrizione ai bambini non vaccinati. La novità – firmata dai due relatori del M5S, Vittoria Baldino (commissione Affari Costituzionali) e Giuseppe Buompane (Commissione Bilancio) che raccogliere una serie di emendamenti presentati da diversi gruppi parlamentari – sbarra dunque nuovamente la porta d’ingresso di materne ed asili ai bambini non vaccinati. Ieri in un’audizione alla Camera il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, aveva sollecitato il ritiro della proroga inizialmente prevista.

Si tratta di una clamorosa retromarcia e di una straordinaria vittoria della buona politica, della scienza e del buon senso», ha dichiarato il capogruppo Dem in commissione Affari sociali, Vito De Filippo. «Ieri, durante le audizioni, i medici, i pediatri e gli esperti degli Istituti superiori di Sanità, avevano contestato nel merito le ragioni di una scelta che metteva a rischio la salute dei bambini. È un successo importante ottenuto anche grazie al contributo decisivo dei parlamentari del Partito democratico», ha aggiunto

Vaccini: resta l’obbligo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST