Politica

Ultim’ora Renzi:”rifiuto l’offerta di Berlusconi, vado da solo. Enrico Letta vuole solo vendicarsi, non ho paura”.

Ultim’ora Renzi:”rifiuto l’offerta di Berlusconi, vado da solo. Enrico Letta vuole solo vendicarsi, non ho paura”.

Non possiamo stare insieme a Forza Italia non solo per il passato ma anche per il presente. Draghi è andato a casa per l’azione di Conte ma annche per la sfiducia di Salvini e Berlusconi. E questo basta per dire che ha commesso un errore clamoroso”: ad affermarlo è Matteo Renzi in un’intervista. Per il leader di Iv “serve un grande terzo polo capace di fare un grande risultato” perché “l’unico modo per fermare lo tsunami nero è un voto moderato e riformista” a difesa dell’agenda Draghi. “Se prenderemo il 5% lavoreremo per mantenere questo premier, che è l’orgoglio dell’Italia e che è stato mandato a casa da populistie riformisti”, ha assicurato.

“Credo che il motivo per cui Letta abbia parlato con tutti tranne che con noi sia legato a piccole vendette personali per le vicende del passato. Non si spiega una coalizione che mette insieme storie totalmente diverse, e che parte da un veto a una e una sola forza politica”, continua Renzi. Secondo il leader di Iv, però, questa situazione “ci ha restituito uno spazio politico e l’indecoroso balletto di queste ore del centrosinistra mi rafforza nel progetto di non partecipare a coalizione finte e posticce”.

La strategia di Letta, attacca l’ex segretario Pd, “sta regalando Palazzo Chigi alla Meloni”. “Basta con la demonizzazione dell’avversario. Farlo aiuta solo la Meloni che può fare la vittima. Va incalzata sulla sua idea di globalizzazione, di Europa, di competitività, di politica economica. Le va ricordato che faceva la ministra già 14 anni fa. Che ha detto di no alle infrastrutture necessarie per la sicurezza energetica del Paese, come Tap e trivelle. Che non ha votato per il Recovery plan. Attacchiamola sui contenuti, non sulle camicie nere”.

Condividi

Luigi Graziano Di Matteo