Ultim’ora: Follia di Salvini. Vuole far cadere il Governo Draghi in estate per recuperare voti dopo il lockdown

di redazione politica
2 settimane fa
3 Aprile 2021
Ultim’ora: Follia di Salvini. Vuole far cadere il Governo Draghi in estate per recuperare voti dopo il lockdown

Matteo Salvini è fibrillante. I tempi per uscire dal governissimo Draghi sono stretti: ad agosto inizia il semestre bianco di Mattarella.

Salvini sa che la Meloni sola all’opposizione avrebbe perso voti e consensi: Fratelli d’Italia guadagna punti, giorno dopo giorno.

Intanto, dalla partecipazione con inversione a UE della Lega al governo Draghi, Salvini non sta spuntando nulla. Ad ogni richiesta, viene regolarmente rimbalzato

A questo punto: o ottiene un risultato eclatante in chiave economica per le partite Iva della Lega Nord dissestate dalla pandemia o ritorna all’opposizione.

Il Carroccio moderato guidato da Giorgetti e Zaia, ovviamente, non sarebbe favorevole. Ma messo di fronte all’aut aut di Salvini, dovrebbe accettare.

La tournée a Budapest è andata bene. Improbabile che ne esca l’ annunciato “Rinascimento europeo”, però Matteo Salvini, che formalmente è un semplice senatore, ha colloquiato con due primi ministri, è stato accolto da un upgrade protocollare con ostensione di Tricolori (“Siamo rimasti sorpresi anche noi”, racconta un leghista) e soprattutto, gongola lo stesso leghista, “ha dimostrato che a livello europeo ha ancora una marcia in più di Giorgia Meloni”, che era poi il vero scopo del viaggio. Intanto la sinistra protesta per le frequentazioni dell’ ex ministro dell’ Interno.

L’ eurodeputato renziano Nicola Danti parla di “un’ armata delle tenebre”, addirittura

.

Resta, in casa leghista, una certa perplessità sul governo Draghi e sul ruolo del partito al suo interno. Prima di passare la Pasqua con i suoi, specie il figlio che compie 18 anni in questi giorni, Salvini ha sparato nella solita direzione: “Tenere chiusi gli italiani dopo Pasqua, anche se la scienza dice che si può riaprire in sicurezza, sarebbe un sequestro di persona”. Ma con Speranza non c’ è speranza: la sua, accusa Salvini, è “una scelta ideologica. E io sono stufo di scelte ideologiche sulla pelle degli italiani”.

Salvini contro Speranza

Solo ieri aveva detto che le chiusure dopo Pasqua sono «un sequestro di persona». Oggi Matteo Salvini, segretario della Lega, è tornato a parlare ancora una volta contro le chiusure imposte dal Coronavirus, criticando la linea prudente del governo Draghi e, soprattutto, del ministro della Salute Roberto Speranza.

«Il problema vero è che l’ideologia del ministro Speranza comincia a essere preoccupante», ha dichiarato in un’intervista al Corriere della Sera. Il momento è delicato: da una parte i numeri dei morti e dei contagi hanno iniziato a salire, dall’altra l’economia continua a vivere un periodo di dura crisi.

La tensione è talmente alta che ieri, 2 aprile, il ministro Speranza ha ricevuto una lettera anonima di minacce rivolte alla sua famiglia.

Temi di questo post