Cronaca

Ultim’ora. Allarme a Napoli e provincia: «Non uscite di casa, arriva la tempesta di Santa Lucia»

di  redazione  -  13 Dicembre 2019

Ultim’ora. Allarme a Napoli e provincia: «Non uscite di casa, arriva la tempesta di Santa Lucia»

Neve a Milano e Torino, pioggia intensa a Roma e forti venti al Sud. Le previsioni del tempo hanno convinto la sindaca di Roma Virginia Raggi e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris a chiudere per oggi le scuole, i parchi e i cimiteri. Ma il maltempo non interessa soltanto la capitale e il Centro, si annuncia infatti un inizio di weekend con neve anche a bassa quota al Nord.

A Roma già da giovedì sera è stato aperto il Centro operativo comunale (Coc) che include tutte le strutture comunali e municipali deputate a coordinare le attività per fronteggiare il rischio di allagamenti e limitare eventuali disagi. “Le previsioni regionali indicano piogge con rovesci temporaleschi, la presenza di forti venti di burrasca con raffiche di tempesta e forti mareggiate lungo le coste”, ha spiegato il Campidoglio.

Fiocchi di neve sono iniziati a cadere su Milano, dove per l’allerta è stato attivato il Coc che effettua un aggiornamento sulle condizioni meteo per coordinare gli interventi necessari, mentre Amsa con i mezzi spargisale e Atm si stanno attivando per prevenire problemi di viabilità su strade, direttrici dei mezzi pubblici e fermate delle metropolitane. Il Comune ha invitato i cittadini a scegliere i mezzi pubblici per gli spostamenti. Ad amministratori di condominio e ai negozi che affacciano su strada in caso di neve e gelate si chiede di spargere sale sui marciapiedi.

Neve anche a Torino. L’attesa perturbazione ha riportato dalla scorsa notte il maltempo sul Piemonte, con deboli nevicate anche in pianura, tra Torinese e Alto Novarese, in estensione a Biellese, Verbano e, in parte, Vercellese e Alessandrino. Fiocchi sparsi qua e la tra Cuneese e Astigiano. Fenomeni comunque intermittenti e di debole intensità. Dal pomeriggio veloce miglioramento, con le nevicate che si ritireranno presso le vallate alpine. Attese nevicate sotto forma di bufera sulle Alpi, specie di confine, con raffiche di vento superiori ai 100 chilometri orari che entro sera potranno guadagnare terreno sotto forma di Foehn fin verso le zone pedemontane e di bassa valle.

Non si attenua l’ondata di maltempo che da ieri sta investendo Valtellina e Valchiavenna. Il capoluogo Sondrio è interessato da una fitta nevicata e precipitazioni nevose si hanno anche in tutte le località di fondovalle. Tanta neve anche a Livigno, Aprica, Madesimo, Valfurva, Bormio e Chiesa in Valmalenco dove hanno iniziato a funzionare a pieno regime quasi tutti gli impianti di risalita che servono le piste da sci.

Sono rimaste chiuse le scuole oggi a Napoli per effetto di un’ordinanza del sindaco, Luigi de Magistris, a seguito dell’allerta meteo di criticità ‘Gialla’, a partire dalle ore 12 di oggi e fino alle ore 9 di domani, emessa ieri dalla Protezione civile della Regione Campania. Chiusi anche i parchi cittadini. L’amministrazione comunale inoltre invita la cittadinanza “a limitare gli spostamenti a quelli strettamente necessari” perché tra gli scenari di impatto al suolo nel bollettino regionale si citano tra l’altro “danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulminazioni, possibili grandinate e a caduta di rami o alberi. E ancora possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione. (Fanpage)