Regionali Campania, Della Vedova (+Europa) chiude campagna elettorale a Napoli: il futuro della Campania è l’Europa

10 ore fa
16 Settembre 2020
di stefano albamonte
Regionali Campania, Della Vedova (+Europa) chiude campagna elettorale a Napoli: il futuro della Campania è l’Europa

“Più Campania in Europa sostiene De Luca Presidente per una Campania più aperta all’Europa, con più diritti, più innovazione, più competitività. Il futuro della Campania è l’Europa”. Così l’on. Benedetto Della Vedova, segretario nazionale di +Europa, partito che partecipa alle elezioni regionali campane del 20 e 21 settembre, con la lista “Più Campania in Europa”, in coalizione per Vincenzo De Luca Presidente, nell’aprire la conferenza stampa “Adesso tocca a voi”, che ha visto oggi presenti oltre ai candidati, anche il vice segretario nazionale, Pier Camillo Falasca, la vice presidente nazionale, Alessandra Senatore e uno dei portavoce regionali, Bruno Gambardella.

Per Pier Camillo Falasca “Più Campania in Europa, sta dimostrando in questa campagna elettorale, giunta allo sprint finale, che è possibile portare un’iniezione di europeismo in Campania”. E per tale ragione che “il primo atto dei nostri consiglieri regionali, sarà – sottolinea – una mozione a favore dell’accesso dell’Italia e della nostra regione ai fondi del MES. Ne abbiamo bisogno per la sanità, per la scuola, per politiche del lavoro davvero efficaci”.

“La Campania deve avere un ruolo centrale in Europa”. A ribadirlo la vice presidente nazionale Alessandra Senatore, che aggiunge: “la nostra regione ha tutte le potenzialità per crescere e svilupparsi, anche se tutto dipenderà, da come saremo in grado di investire le risorse europee, in particolare il Recovery Fund”. Ed è anche per questo che “i nostri consiglieri – conclude – saranno sentinelle di legalità e trasparenza”.

Anche la capolista di Napoli Carolina Persico, ha sottolineato la “centralità” della regione Campania in Europa e nel mondo, invitando il prossimo governatore ad investire maggiormente sulla “promozione degli investimenti esteri, turismo e industria”. “La Campania – conclude – è una regione straordinaria, popolata da persone piene di creatività e voglia di affermarsi. Ai napoletani e ai campani non serve il reddito di cittadinanza, ma le opportunità di lavoro”.