ULTIM’ORA : È morto Angelo Licheri, l’uomo che si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi. Non aveva mai superato quel rammarico di non averlo potuto salvare

sei in  Attualità

2 mesi fa - 18 Ottobre 2021

È morto Angelo Licheri, l’uomo che si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi.

Aveva 77 anni ed era ricoverato in una clinica a Nettuno, vicino a Roma.

In una intervista pubblicata nel 2019,
da «7», Licheri spiegò ,il momento
in cui perse la mano di Rampi nel pozzo di Vermicino.

«Il bambino era a 64 metri di profondità», disse.

«Gli ho tolto il fango dagli occhi ,
e dalla bocca e ho cominciato a parlargli, dolcemente.

So che capiva tutto.
Non riusciva a rispondere ma l’ho sentito rantolare e per me era quella la sua risposta.

Quando smettevo di parlare rantolava più forte, come per dirmi: continua che ti sto ascoltando.

Dopo vari tentativi andati a vuoto, l’ultimo che ho fatto è stato prenderlo per la canottiera, ma appena hanno cominciato a tirare ho sentito che cedeva…

E allora gli ho mandato un bacino
e sono venuto via. “Ciao piccolino”».

ULTIM’ORA :  È morto Angelo Licheri, l’uomo che si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi. Non aveva mai superato quel rammarico di non averlo potuto salvare
TEMI DI QUESTO POST primo piano