Uccide l’amica incinta e poi le pratica un cesareo per rapire il feto

sei in  Cronaca nera

2 mesi fa - 29 Novembre 2021

Uccide l’amica incinta e le strappa il feto dal ventre.

Rozalba Maria Grime, 27 anni,
dello stato meridionale brasiliano di Santa Catarina.

Ha attirato Flavia Godinho Mafra,
24 anni, a un finto baby shower,
prima di picchiarla a morte ,
con un mattone e poi praticarle,
un cesareo per rapire il bambino.

I fatti si sono svolti ,lo scorso 27 agosto, ma oggi è arrivata ,
la sentenza del tribunale dopo il processo fatto alla 27enne.

Grime ,è stata riconosciuta
colpevole di omicidio aggravato,
tentato omicidio di un bambino.

Occultamento di cadavere, intralcio alla giustizia, rapimento di minore e negazione dei diritti di un neonato.

La donna ,pare che avesse studiato il delitto nel dettaglio e che ci stesse lavorando ormai da tempo.

Oltre a programmare il delitto dell’amica ,aveva inscenato una gravidanza a sua volta,
per non destare sospetti, quando avrebbe tenuto con sé il bambino.

La vittima è stata uccisa con diverse mattonate alla testa, poi l’amica,
le ha tagliato la pancia ,con un taglierino e ha fatto nascere
il bambino alla 36esima settimana.

Con il bimbo si è recata in ospedale, simulando il suo parto prematuro e chiedendo aiuto ai sanitari.

I medici ,hanno facilmente capito
che la donna non aveva partorito
da poco e hanno sporto denuncia.

Le indagini hanno portato alla 24enne per cui non c’è stato nulla da fare.

Il bambino, invece, è riuscito a salvarsi, ed è stato affidato al padre
e al resto della sua famiglia.

Uccide l’amica incinta e poi le pratica un cesareo per rapire il feto
TEMI DI QUESTO POST primo piano