Uccide due pedofili in prigione e avverte che lo farà di nuovo : ” Ho pensato di fare un favore a tutti”

sei in  Cronaca nera

2 settimane fa - 15 Gennaio 2022

“Ho pensato di fare un favore a tutti. ”

Un assassino uccide due pedofili
in prigione e avverte che lo farà di nuovo:

Jonathan Watson, 41 anni, condannato
nel 2009.

Con l’arrivo dell’anno 2020 e grazie alla sua buona condotta, è stato trasferito in un penitenziario di livello 2.

Cioè con più libertà in cui si trovava, che era il livello 3, di stare da solo in una cella, ora condividerebbe la cella con altri prigionieri.

Arrivato alla prigione statale di Corcoran in California.

All’arrivo, ha scoperto che avrebbe condiviso la cella con due pedofili
che scontano l’ergastolo per violenza sessuale aggravata ai minori di 14 anni.

E Watson era arrabbiato.

Due ore prima di commettere i crimini, Watson, ha fatto una petizione “urgente” per essere riportato al livello di sicurezza 3 prima di “tirare la merda a uno di questi tipi”.

Il consigliere che ha fatto la domanda lo ha deriso e lo ha fatto andare via.

Tornando nella sua cella, Watson
ha notato che Bobb stava guardando programmi televisivi per bambini,
come faceva tutto il giorno.

Ha preso un bastone e l’ha picchiato a morte.

Dopo aver commesso il crimine,
si è rivolto ad un ufficiale per costituirsi, ma lungo la strada ha incontrato la sua seconda vittima,

De Luis-Conti, uno spacciatore di bambini. Con lo stesso bastone con cui aveva ucciso il suo compagno, Watson ha ucciso l’uomo.

Uccide due pedofili in prigione e avverte che lo farà di nuovo : ” Ho pensato di fare un favore a tutti”
TEMI DI QUESTO POST Cronaca nera primo piano