Tragedia della disperazione: un uomo di 41 anni si cosparge di benzina e si dà fuoco: aveva perso il lavoro

Un gesto estremo dettato dalla disperazione
sei in  Cronaca

3 settimane fa - 14 Novembre 2021

Un gesto estremo dettato dalla disperazione.

A compierlo, un uomo di 41 anni,
che ieri, probabilmente ,dopo aver perso il lavoro, si è recato in un’area di servizio, Q8 Easy ,in via Don Sturzo, a Bologna.

Ha inserito una banconota, in una colonnina del self service ,
e rivolto l’erogatore verso se stesso.

Si è dato fuoco, con un accendino,
dopo essersi chiuso nella vettura,
nel tentativo di ostacolare gli eventuali soccorritori.

Ora è ricoverato al Centro grandi ustionati di Cesena, dov’è stato trasportato ,per le gravissime lesioni.

Che ha subito ,dopo essere stato
in un primo momento condotto all’ospedale Maggiore ,
per le primissime cure del caso.

Sul tentato suicidio, indaga la polizia, che ha fatto sapere,
che tra le ipotesi più probabili,
c’è quella che il quarantunenne abbia deciso di farla finita ,dopo la perdita del lavoro.

A soccorrere l’uomo ,sono stati,
un dipendente, del vicino autolavaggio e un’altra signora, che ha portato
un estintore.

A quanto pare ,dopo essersi dato fuoco, il 41enne ,in preda a dolori lancinanti, sarebbe uscito dalla sua auto per chiedere aiuto.

Sul posto ,dopo alcuni minuti
sono intervenute anche una volante della polizia, e i vigili del fuoco.

Le fiamme fortunatamente non hanno provocato conseguenze peggiori coinvolgendo l’intera area di servizio.

Ricoverato a Cesena, si è poi saputo che il 41enne ,nato nel 1980 a Casablanca ,viveva in provincia,
a venti chilometri da Bologna.

Nel bagagliaio della sua Dacia bianca, sono stati trovati attrezzi da lavoro, forse da muratore.

Anche per questo, dopo le prime ore, tra le ipotesi prevalenti ,
c’è quella di un tentato suicidio
per motivi legati alla sua vita lavorativa.

Tragedia della disperazione: un uomo di 41 anni si cosparge di benzina e si dà fuoco: aveva perso il lavoro
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST cronaca primo piano