Scomparsi a Los Roques il dramma dei famigliari: ” La loro tomba resterà quell’aereo in fondo al mare”

sei in  Cronaca

4 settimane fa - 4 Gennaio 2022

«Ormai ci siamo rassegnati.
I corpi dei nostri cari ,
non verranno più ripescati.

La loro tomba resterà quell’aereo in fondo al mare».

Sono passati 14 anni esatti, dall’incidente aereo, di Los Roques, arcipelago del Venezuela.

In cui sono morti Paolo Durante,
40enne di Ponzano Veneto (Treviso),
la moglie Bruna Guernieri e le figlie Sofia ed Emma Viola, di 6 e 8 anni.

Le loro famiglie, si sono messe il cuore in pace, dopo anni di battaglie
per il recupero delle salme.

Quattordici anni di promesse rimaste tali.

Il piccolo aereo ,che collegava
Caracas in Venezuela ,con il paradiso delle isole Los Roques ,è scomparso
nel nulla, inabissato nell’oceano, portando con sè, anche la famiglia di origini venete. 

Quel tragico 4 gennaio del 2008,
la famiglia Durante, in vacanza in Venezuela, si imbarcò su un piccolo velivolo, con un’altra decina di persone, con meta ,le isole di Los Roques.

Alle 9,23 il primo allarme,
per un guasto al motore.

Un quarto d’ora, dopo la richiesta di aiuto, poi del velivolo non ci fu più traccia.

Qualche tempo dopo venne ritrovato il corpo del copilota, in una spiaggia a 300 chilometri di distanza dal punto probabile dell’incidente.

Nel giugno 2013 l’aereo è stato individuato a una profondità di 975 metri.

Scomparsi a Los Roques il dramma dei famigliari: ” La loro tomba resterà quell’aereo in fondo al mare”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST primo piano