Pier Francesco non ce l’ha fatta: è morto dopo 24 ore di agonia dopo essersi sparato un colpo alla testa

Il giovane era arrivato al nosocomio in condizioni critiche
sei in  Cronaca

1 mese fa - 25 Ottobre 2021

Non ce l’ha fatta Pier Francesco,
il 19enne ,di San Salvatore Telesino, (Benevento) ,che nelle prime ore ,
di domenica 24 ottobre.

Dopo aver litigato con i genitori,
si è sparato ,un colpo di pistola ,
alla testa ,dopo essere entrato in possesso, della pistola ,legalmente detenuta dal padre.

Il giovane ,è morto, dopo poco più di un giorno di agonia ,all’Ospedale del Mare di Napoli, dove era ricoverato nel reparto di Rianimazione.

I sanitari hanno provato ,nel corso di un delicato intervento chirurgico ,
ad estrarre il proiettile ,conficcato nel cranio ,ma non c’è stato ,
nulla da fare.

Le sue condizioni sono apparse,
sin da subito disperate ,
tanto da spingere ,i medici dell’ospedale San Pio di Benevento ,
a chiedere il trasferimento in eliambulanza presso il nosocomio di Napoli est.

Una tragedia che ha sconvolto l’intera comunità del piccolo comune sannita.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, il giovane, sarebbe rientrato tardi a casa ,dopo un sabato sera trascorso ,con gli amici ,
in un comune vicino.

Il padre lo ha rimproverato e lui,
prima di rientrare in camera,
ha preso la pistola, legalmente detenuta dal genitore ,un imprenditore molto conosciuto nella zona , sparandosi un colpo alla testa.

Il giovane ,avrebbe avuto dei diverbi con i genitori nei giorni precedenti ,
e anche sabato sera, prima di uscire ,
con gli amici.

Poi nella notte il drammatico epilogo dopo il rientro a casa e il successivo rimprovero del papà.

Le indagini vanno avanti ,
per provare a far luce su quanto accaduto ,e ricostruire ,
le ultime ore di vita di Pier Francesco.

Oltre ai genitori, i militari dell’Arma hanno ascoltato anche ,gli amici ,
con cui ha trascorso l’ultima sera.

Pier Francesco non ce l’ha fatta: è morto dopo 24 ore di agonia dopo essersi sparato un colpo alla testa
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST primo piano tragedia