Bimbo di due mesi in crisi respiratoria muore al distretto Asl: aperta inchiesta

sei in  Cronaca

1 mese fa - 17 Dicembre 2021

Tragedia nella notte a Soccavo, quartiere della periferia occidentale,
di Napoli.

Un bimbo, di appena due mesi
è deceduto per cause che sono ancora in corso di accertamento.

Questa notte, la madre del piccolo,
dopo aver constatato le sue precarie condizioni di salute, lo ha portato al distretto 26 dell’Asl Napoli 1 Centro.

Il piccolo è arrivato con una crisi respiratoria e dove, sfortunatamente,
è deceduto poco dopo.

Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Bagnoli,
che stanno svolgendo tutti gli accertamenti del caso per determinarele cause precise della morte del bambino.

La bufala del vaccino anti-Covid

Subito dopo l’accadimento,
è iniziata a circolare una voce che voleva un bambino morto a Soccavo.

Dopo essere stato sottoposto al vaccino contro il Covid-19.

Questo, naturalmente, non può corrispondere in alcun modo a verità, dal momento che, ieri e soltanto ieri, 16 dicembre 2021.

Le vaccinazioni contro il Coronavirus, sono state aperte anche ai bambini
di età compresa tra, i 5 e gli 11 anni.

Questo, significa che ai bambini
al di sotto dei 5 anni non può essere somministrato il vaccino anti-Covid.

Quindi, trattandosi di un bambino nato appena due mesi fa, non è possibile che fosse stato sottoposto, alla vaccinazione contro il Sars-Cov-2.

Spetta ora, come detto, alle indagini dei militari dell’Arma e della magistratura, fare luce sulle cause
che hanno portato al decesso il piccolo di soli due mesi.

Nelle prossime ore sarà con ogni probabilità eseguita l’autopsia,
che dovrebbe fornire indicazioni precise, sulla tragedia che ha colpito il bambino e la sua famiglia.

Bimbo di due mesi in crisi respiratoria muore al distretto Asl: aperta inchiesta
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST primo piano