Il bimbo senza occhi rifiutato dalla mamma finalmente felice con una famiglia che lo ama

Finalmente ha ritrovato la felicità dopo l'abbandono della madre
sei in  Attualità

3 mesi fa - 28 Agosto 2021

Nato senza occhi e rifiutato dalla mamma. Una vita che sembrava segnata, ma che cambia di colpo

Alexander K, conosciuto come Sasha, è un bambino nato senza occhi, uno dei rari casi registrati al mondo senza bulbi oculari. La sua storia arriva dalla Russia e ha commosso il mondo, perché, oltre a essere affetto da una rara malattia, la mamma, nata in un orfanotrofio russo e con un passato difficile alle spalle, ha deciso di firmare i documenti di rifiuto all’ospedale e di abbandonarlo.

La mamma sentiva di non poter offrire al suo bambino l’aiuto di cui avrebbe avuto bisogno e ha dovuto prendere la difficile e dolorosa decisione. L’infermiera che si è presa cura del bambino ha parlato di Sasha spiegando che “non è diverso dagli altri bambini, gioca e sorride proprio come un bambino sano. Ama giocare e adora nuotare. È davvero un bambino molto allegro”.

Sasha soffre della sindrome da anoftalmia SOX2, malattia caratterizzata all’assenza di un occhio. La prevalenza combinata alla nascita di questa condizione nella popolazione è superiore a 1/33.000. La causa è almeno nei 2/3 dei casi di natura genetica, ma non è ancora stato identificato con precisione il gene responsabile. La sindrome da anoftalmia SOX2 colpisce solo un bambino su 250.000 e porta allo sviluppo anormale degli occhi e di altre parti del corpo.

Come raccontato dal Mirror, la donna, cresciuta in un orfanotrofio, ha affidato il piccolo alle cure di un’infermiera di Tomsk, in Russia. Adesso Sasha ha otto mesi e ha trovato una famiglia che si prenderà cura di lui. “È successo durante quest’ultimo mese – hanno raccontato dalla casa famiglia in cui si trova il bambino – Non possiamo rivelare ulteriori dettagli sulla famiglia”.

“Siamo, ovviamente, molto felici per Sasha e auguriamo a lui e ai suoi nuovi genitori tutto il meglio possibile”, ha detto la giornalista Svetlana Syrova, che per prima ha raccontato la storia del bambino nato senza occhi. “Avrà delle sorelle con cui giocare nella sua nuova famiglia e tanto amore”, ha concluso.

Nato senza occhi e rifiutato dalla mamma. Una vita che sembrava segnata, ma che cambia di colpo

Alexander K, conosciuto come Sasha, è un bambino nato senza occhi, uno dei rari casi registrati al mondo senza bulbi oculari. La sua storia arriva dalla Russia e ha commosso il mondo, perché, oltre a essere affetto da una rara malattia, la mamma, nata in un orfanotrofio russo e con un passato difficile alle spalle, ha deciso di firmare i documenti di rifiuto all’ospedale e di abbandonarlo.

La mamma sentiva di non poter offrire al suo bambino l’aiuto di cui avrebbe avuto bisogno e ha dovuto prendere la difficile e dolorosa decisione. L’infermiera che si è presa cura del bambino ha parlato di Sasha spiegando che “non è diverso dagli altri bambini, gioca e sorride proprio come un bambino sano. Ama giocare e adora nuotare. È davvero un bambino molto allegro”.

Sasha soffre della sindrome da anoftalmia SOX2, malattia caratterizzata all’assenza di un occhio. La prevalenza combinata alla nascita di questa condizione nella popolazione è superiore a 1/33.000. La causa è almeno nei 2/3 dei casi di natura genetica, ma non è ancora stato identificato con precisione il gene responsabile. La sindrome da anoftalmia SOX2 colpisce solo un bambino su 250.000 e porta allo sviluppo anormale degli occhi e di altre parti del corpo.

Come raccontato dal Mirror, la donna, cresciuta in un orfanotrofio, ha affidato il piccolo alle cure di un’infermiera di Tomsk, in Russia. Adesso Sasha ha otto mesi e ha trovato una famiglia che si prenderà cura di lui. “È successo durante quest’ultimo mese – hanno raccontato dalla casa famiglia in cui si trova il bambino – Non possiamo rivelare ulteriori dettagli sulla famiglia”.

“Siamo, ovviamente, molto felici per Sasha e auguriamo a lui e ai suoi nuovi genitori tutto il meglio possibile”, ha detto la giornalista Svetlana Syrova, che per prima ha raccontato la storia del bambino nato senza occhi. “Avrà delle sorelle con cui giocare nella sua nuova famiglia e tanto amore”, ha concluso.

Nato senza occhi e rifiutato dalla mamma. Una vita che sembrava segnata, ma che cambia di colpo

Alexander K, conosciuto come Sasha, è un bambino nato senza occhi, uno dei rari casi registrati al mondo senza bulbi oculari. La sua storia arriva dalla Russia e ha commosso il mondo, perché, oltre a essere affetto da una rara malattia, la mamma, nata in un orfanotrofio russo e con un passato difficile alle spalle, ha deciso di firmare i documenti di rifiuto all’ospedale e di abbandonarlo.

La mamma sentiva di non poter offrire al suo bambino l’aiuto di cui avrebbe avuto bisogno e ha dovuto prendere la difficile e dolorosa decisione. L’infermiera che si è presa cura del bambino ha parlato di Sasha spiegando che “non è diverso dagli altri bambini, gioca e sorride proprio come un bambino sano. Ama giocare e adora nuotare. È davvero un bambino molto allegro”.

Sasha soffre della sindrome da anoftalmia SOX2, malattia caratterizzata all’assenza di un occhio. La prevalenza combinata alla nascita di questa condizione nella popolazione è superiore a 1/33.000. La causa è almeno nei 2/3 dei casi di natura genetica, ma non è ancora stato identificato con precisione il gene responsabile. La sindrome da anoftalmia SOX2 colpisce solo un bambino su 250.000 e porta allo sviluppo anormale degli occhi e di altre parti del corpo.

Come raccontato dal Mirror, la donna, cresciuta in un orfanotrofio, ha affidato il piccolo alle cure di un’infermiera di Tomsk, in Russia. Adesso Sasha ha otto mesi e ha trovato una famiglia che si prenderà cura di lui. “È successo durante quest’ultimo mese – hanno raccontato dalla casa famiglia in cui si trova il bambino – Non possiamo rivelare ulteriori dettagli sulla famiglia”.

“Siamo, ovviamente, molto felici per Sasha e auguriamo a lui e ai suoi nuovi genitori tutto il meglio possibile”, ha detto la giornalista Svetlana Syrova, che per prima ha raccontato la storia del bambino nato senza occhi. “Avrà delle sorelle con cui giocare nella sua nuova famiglia e tanto amore”, ha concluso.

Il bimbo senza occhi rifiutato dalla mamma finalmente felice con una famiglia che lo ama
TEMI DI QUESTO POST