Siamo Sommesi: “Il PUC di Somma Vesuviana? Cittadini veri protagonisti”

1 mese fa
9 Luglio 2020
di redazione
Siamo Sommesi: “Il PUC di Somma Vesuviana? Cittadini veri protagonisti”

Il 17 settembre prossimo sarà definitivamente conclusa la vicenda giudiziale tra i professionisti concorrenti al bando del PUC (Piano Urbanistico Comunale) di Somma Vesuviana, di cui l’Ente è parte neutra. Si ricorda, però, che le attività per l’adozione del piano, pur avendo come componente il supporto di tali professionisti in contenzioso tra loro, non possono e non devono ritardare gli atti propedeutici. Pertanto, Siamo Sommesi vuole porre l’accento sull’importanza della partecipazione dei cittadini alla realizzazione del nuovo PUC, non come un mero elemento tecnico-urbanistico, appunto, ma come aspetto importante di crescita economico-sociale della città.

Attualmente, infatti, il preliminare di PUC, che tiene presente l’assetto odierno di Somma Vesuviana è stato presentato anche in relazione al nuovo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) della città metropolitana di Napoli.

“L’attuale fotografia di Somma Vesuviana presenterà dei cambiamenti che effettuerà il Comune in base alle esigenze territoriali, ma anche in base alle osservazioni presentate dalle associazioni di categoria e dai cittadini singolarmente. Infatti, lo step successivo è rappresentato da una manifestazione di interesse fatta dal Comune, dove noi amministrazione ci apriamo alla città. I cittadini, nel tempo stabilito dalla legge, potranno pensare a una serie di osservazioni delle quali bisogna tenere conto – sempre in pieno equilibrio generale del territorio- quando sarà poi elaborato il PUC definito.” Spiega la capogruppo di Siamo Sommesi, Adele Aliperta

L’amministrazione Di Sarno, ha lavorato in questi tre anni al PUC, considerandolo un progetto di fondamentale importanza per lo sviluppo socio-economico e imprenditoriale di Somma Vesuviana. Lo scopo ultimo è quello di redigere un nuovo piano urbanistico che rappresenti la città dei prossimi 20 anni.

“L’amministrazione ha realizzato con attenzione tutte le procedure e la volontà politica si evince proprio dal fatto che la pianificazione è partita, ma ora è importante aggiungere l’idea dei cittadini.” Ha dichiarato il presidente del consiglio Comunale Giuseppe Sommese. “La richiesta che perviene sempre all’indirizzo politico è quella del lavoro. Noi di Siamo Sommesi siamo convinti che il PUC potrà essere un elemento importante per creare nuovi indotti lavorativi sul territorio, dando la possibilità agli imprenditori di investire. Mi piace ricordare che la forza caratterizzante di quest’amministrazione sta nel fatto che, al di fuori di ogni schema politico, per il 70% è composta da liste civiche. Da presidente del Consiglio, chiedo di mantenere il profilo civico che deve riguardare prettamente Somma Vesuviana e allargare alle forze politiche che condividono il medesimo percorso. Mi sento di fare un appello non solo al Consiglio comunale ma anche a quelle forze politiche che non lo compongono, un appello all’ascolto e alla partecipazione.”

L’attuale PRG (Piano regolatore generale), risale al 1978 e molte zone della città di Somma Vesuviana sono evidentemente cambiate in questi anni, basti pensare a via Pomigliano e via Marigliano, giusto per fare qualche esempio.

Il consigliere di maggioranza, Giuseppe Nocerino sottolinea ancora una volta l’importanza del Puc per la crescita economica della città di Somma Vesuviana: “ La crescita del privato è fondamentale per quella della città. Noi come amministrazione abbiamo il dovere di sostenere il cittadino in questo cambio di marcia. Quello che è importante far capire è che il PUC non lo fa la politica soltanto, ma secondo noi di Siamo Sommesi lo faranno anche i cittadini, che diventano i veri protagonisti.”

temi di questo post