Gossip

Serena Grandi disperata: “Il mio corpo è martoriato dalla chirurgia”

Serena Grandi disperata: “Il mio corpo è martoriato dalla chirurgia”

Serena Grandi: “Il mio corpo è martoriato dalla chirurgia”

L’attrice si racconta in un libro che ripercorre tutta la sua vita, privata e professionale

Serena Grandi si è raccontata in un libro, Serena a tutti i costi, un insieme di lettere attraverso le quali ripercorre la sua vita, professionale e privata. Il volume, pubblicato dall’editore bolognese Giraldi con un’appendice fotografica, sarà nelle librerie da giovedì e oggi

il Corriere di Bologna riporta alcuni dei passi più salienti che descrivono le tappe della storia della 63enne bolognese.

Di recente l’attrice ha affrontato un tumore che ha molto segnato il suo corpo e il suo spirito. Ed è proprio al suo corpo che indirizza una delle missive più amare: “Non siamo più la coppia inossidabile di una volta. Questo mio corpo oggi è martoriato per colpa della

chirurgia estetica e della malasanità. Questo mio corpo che non riesco più a veder riflesso in uno specchio, tanto da aver eliminato tutte le superfici riflettenti in ogni dove” scrive l’attrice.

Poi si rivolge alle persone più vicine, come all’antiquario playboy Beppe Ercole, amato e sposato nonostante i continui tradimenti; al padre Pippi, partigiano tornato a piedi dalla Russia dopo la guerra, e al figlio Edoardo, di cui ha rivelato l’omosessualità durante il GF

Vip e racconta del flirt segreto con Pino Daniele che le aveva dedicato la canzone ‘Mal di te’. Sempre presente, poi, l’amore per il cinema, nato grazie alla madre, mancata attrice, e al padre che la portava ogni pomeriggio.

“Non regalatemi fiori ma Cartier. I fiori appassiscono, i gioielli restano, anche quando gli uomini se ne vanno”, è il suo motto. E sul suo rapporto con gli uomini: “Se non facevo l’amore due volte al giorno mi veniva il mal di testa. Mi sono sempre piaciuti gli uomini

belli, maledetti e stronzi… come del resto piacciono alla maggior parte delle donne”.

Serena Grandi si è raccontata in un libro, Serena a tutti i costi, un insieme di lettere attraverso le quali ripercorre la sua vita, professionale e privata. Il volume, pubblicato dall’editore bolognese Giraldi con un’appendice fotografica, sarà nelle librerie da giovedì e oggi

il Corriere di Bologna riporta alcuni dei passi più salienti che descrivono le tappe della storia della 63enne bolognese.

Di recente l’attrice ha affrontato un tumore che ha molto segnato il suo corpo e il suo spirito. Ed è proprio al suo corpo che indirizza una delle missive più amare: “Non siamo più la coppia inossidabile di una volta. Questo mio corpo oggi è martoriato per colpa della chirurgia estetica e della malasanità. Questo mio corpo che non riesco più a veder riflesso in uno specchio, tanto da aver eliminato tutte le superfici riflettenti in ogni dove” scrive l’attrice.

Poi si rivolge alle persone più vicine, come all’antiquario playboy Beppe Ercole, amato e sposato nonostante i continui tradimenti; al padre Pippi, partigiano tornato a piedi dalla Russia dopo la guerra, e al figlio Edoardo, di cui ha rivelato l’omosessualità durante il GF Vip e racconta del flirt segreto con Pino Daniele che le aveva dedicato la canzone ‘Mal di te’. Sempre presente, poi, l’amore per il cinema, nato grazie alla madre, mancata attrice, e al padre che la portava ogni pomeriggio.

“Non regalatemi fiori ma Cartier. I fiori appassiscono, i gioielli restano, anche quando gli uomini se ne vanno”, è il suo motto. E sul suo rapporto con gli uomini: “Se non facevo l’amore due volte al giorno mi veniva il mal di testa. Mi sono sempre piaciuti gli uomini belli, maledetti e stronzi… come del resto piacciono alla maggior parte delle donne”.

Serena Grandi si è raccontata in un libro, Serena a tutti i costi, un insieme di lettere attraverso le quali ripercorre la sua vita, professionale e privata. Il volume, pubblicato dall’editore bolognese Giraldi con un’appendice fotografica, sarà nelle librerie da giovedì e oggi il Corriere di Bologna riporta alcuni dei passi più salienti che descrivono le tappe della storia della 63enne bolognese.

Di recente l’attrice ha affrontato un tumore che ha molto segnato il suo corpo e il suo spirito. Ed è proprio al suo corpo che indirizza una delle missive più amare: “Non siamo più la coppia inossidabile di una volta. Questo mio corpo oggi è martoriato per colpa della chirurgia estetica e della malasanità. Questo mio corpo che non riesco più a veder riflesso in uno specchio, tanto da aver eliminato tutte le superfici riflettenti in ogni dove” scrive l’attrice.

Poi si rivolge alle persone più vicine, come all’antiquario playboy Beppe Ercole, amato e sposato nonostante i continui tradimenti; al padre Pippi, partigiano tornato a piedi dalla Russia dopo la guerra, e al figlio Edoardo, di cui ha rivelato l’omosessualità durante il GF Vip e racconta del flirt segreto con Pino Daniele che le aveva dedicato la canzone ‘Mal di te’. Sempre presente, poi, l’amore per il cinema, nato grazie alla madre, mancata attrice, e al padre che la portava ogni pomeriggio.

“Non regalatemi fiori ma Cartier. I fiori appassiscono, i gioielli restano, anche quando gli uomini se ne vanno”, è il suo motto. E sul suo rapporto con gli uomini: “Se non facevo l’amore due volte al giorno mi veniva il mal di testa. Mi sono sempre piaciuti gli uomini belli, maledetti e stronzi… come del resto piacciono alla maggior parte delle donne”.

Serena Grandi si è raccontata in un libro, Serena a tutti i costi, un insieme di lettere attraverso le quali ripercorre la sua vita, professionale e privata. Il volume, pubblicato dall’editore bolognese Giraldi con un’appendice fotografica, sarà nelle librerie da giovedì e oggi

il Corriere di Bologna riporta alcuni dei passi più salienti che descrivono le tappe della storia della 63enne bolognese.

Di recente l’attrice ha affrontato un tumore che ha molto segnato il suo corpo e il suo spirito. Ed è proprio al suo corpo che indirizza una delle missive più amare: “Non siamo più la coppia inossidabile di una volta. Questo mio corpo oggi è martoriato per colpa della chirurgia estetica e della malasanità. Questo mio corpo che non riesco più a veder riflesso in uno specchio, tanto da aver eliminato tutte le superfici riflettenti in ogni dove” scrive l’attrice.

Poi si rivolge alle persone più vicine, come all’antiquario playboy Beppe Ercole, amato e sposato nonostante i continui tradimenti; al padre Pippi, partigiano tornato a piedi dalla Russia dopo la guerra, e al figlio Edoardo, di cui ha rivelato l’omosessualità durante il GF Vip e racconta del flirt segreto con Pino Daniele che le aveva dedicato la canzone ‘Mal di te’. Sempre presente, poi, l’amore per il cinema, nato grazie alla madre, mancata attrice, e al padre che la portava ogni pomeriggio.

“Non regalatemi fiori ma Cartier. I fiori appassiscono, i gioielli restano, anche quando gli uomini se ne vanno”, è il suo motto. E sul suo rapporto con gli uomini: “Se non facevo l’amore due volte al giorno mi veniva il mal di testa. Mi sono sempre piaciuti gli uomini belli, maledetti e stronzi… come del resto piacciono alla maggior parte delle donne”.

Serena Grandi si è raccontata in un libro, Serena a tutti i costi, un insieme di lettere attraverso le quali ripercorre la sua vita, professionale e privata. Il volume, pubblicato dall’editore bolognese Giraldi con un’appendice fotografica, sarà nelle librerie da giovedì e oggi il Corriere di Bologna riporta alcuni dei passi più salienti che descrivono le tappe della storia della 63enne bolognese.

Di recente l’attrice ha affrontato un tumore che ha molto segnato il suo corpo e il suo spirito. Ed è proprio al suo corpo che indirizza una delle missive più amare: “Non siamo più la coppia inossidabile di una volta. Questo mio corpo oggi è martoriato per colpa della chirurgia estetica e della malasanità. Questo mio corpo che non riesco più a veder riflesso in uno specchio, tanto da aver eliminato tutte le superfici riflettenti in ogni dove” scrive l’attrice.

Poi si rivolge alle persone più vicine, come all’antiquario playboy Beppe Ercole, amato e sposato nonostante i continui tradimenti; al padre Pippi, partigiano tornato a piedi dalla Russia dopo la guerra, e al figlio Edoardo, di cui ha rivelato l’omosessualità durante il GF Vip e racconta del flirt segreto con Pino Daniele che le aveva dedicato la canzone ‘Mal di te’. Sempre presente, poi, l’amore per il cinema, nato grazie alla madre, mancata attrice, e al padre che la portava ogni pomeriggio.

“Non regalatemi fiori ma Cartier. I fiori appassiscono, i gioielli restano, anche quando gli uomini se ne vanno”, è il suo motto. E sul suo rapporto con gli uomini: “Se non facevo l’amore due volte al giorno mi veniva il mal di testa. Mi sono sempre piaciuti gli uomini belli, maledetti e stronzi… come del resto piacciono alla maggior parte delle donne”.

Condividi
  • TAG :

Giuseppe Cossentino

Il mitico supereroe Marvel Spider-Man compie 60 anni
Marvel Comics
Il mitico supereroe Marvel Spider-Man compie 60 anni
Ritorna la terza edizione “Fragori nella mente” ad Avellino
Fragori nella mente
Ritorna la terza edizione “Fragori nella mente” ad Avellino
Venuta a mancare un personaggio simbolo di  “Un posto al sole”:Carmen Scivittaro
#unpostoalsole
Venuta a mancare un personaggio simbolo di “Un posto al sole”:Carmen Scivittaro