Sanremo 2022: torna il pubblico con il green pass, accessi limitati al backstage. Ecco le norme anti-Covid della kermesse

sei in  Gossip

1 mese fa - 26 Ottobre 2021

Sanremo 2022: torna il pubblico con il green pass, accessi limitati al backstage. Ecco le norme anti-Covid della kermesse

Amadeus

Dopo l’anno difficile fatto di rigide misure anti-Covid, anche il Festival di Sanremo  punta ad un ritorno alla normalità. Certo, senza dimenticare le necessarie accortezze sanitarie e le norme

vigenti in materia. In questo modo, la kermesse 2022 potrà contare nuovamente sulla presenza del pubblico in sala: un aspetto considerato fondamentale da Amadeus, che lo scorso

anno si era invece dovuto misurare con la difficoltà di condurre davanti a una platea deserta.

Sanremo 2022, pubblico all’Ariston con il green pass

Stavolta, l’evento in scena a Sanremo dal 1º al 5 febbraio 2022, potrà svolgersi con maggiori libertà vincolate ovviamente dalla richiesta del green pass e delle regole di salvaguardia sanitaria.

Come si legge nel  Regolamento della Kermesse, saranno ammessi in sala esclusivamente spettatori muniti di biglietto d’ingresso e del certificato verde di avvenuta vaccinazione e/o di

altra eventuale documentazione prevista dalle normative in materia di emergenza sanitaria. L’accesso all’Ariston verrà dunque effettuato seguendo i protocolli previsti per i teatri in questa fase di

cauto ritorno alla vita sociale.

I pass e i biglietti per la manifestazione potranno essere dotati di sistema per la verifica della presenza in sala ed il conteggio delle persone con riconoscimento del verso di

attraversamento. Questo al di là dell’obbligo di attenersi alle normative vigenti e alle procedure adottate dalla Rai anche in relazione all’emergenza epidemiologica. L’azienda, in ogni caso, si

riserva di stabilire ulteriori limitazioni all’accesso in funzione dell’evoluzione della suddetta emergenza epidemiologica.

Sanremo 2022 – Norme anti-Covid per il backstage

E pure gli addetti ai lavori dovranno attenersi ad alcune scrupolose norme, come già era accaduto lo scorso anno. Stavolta,  sarà richiesto loro anche il green pass. Durante le prove di ogni

artista saranno ammessi in sala solo i rappresentanti della Casa discografica interessata, muniti di pass speciali rilasciati dalla Rai, eccezion fatta per la prima sessione di prova a Sanremo

2022, durante la quale sarà permesso a un rappresentante accreditato di ogni Casa discografica interessata di rimanere alle prove.

Sia durante le prove che durante le serate sarà ammesso nell’area back-stage, tassativamente, un solo rappresentante per ogni Casa discografica, mentre gli accompagnatori al seguito

(sarte, parrucchieri, truccatori, personale vario) potranno accedere nell’area camerini in numero limitato e comunque solo se autorizzati e muniti di pass rilasciato dalla Rai. Il pass dovrà

essere sempre indossato in modo ben visibile all’interno dei luoghi previsti per la manifestazione.

Oltre alle normative nazionali, regionali e locali emanate per fronteggiare il Covid, gli artisti e i loro staff dovranno seguire le norme previste dalla stessa Rai. Nel regolamento, al riguardo, si

legge:

Gli Artisti e le Case discografiche si impegnano altresì, ora per allora, al rispetto delle procedure adottate e/o adottande da Rai in relazione all’emergenza epidemiologica, che

saranno messe a disposizione prima dell’ingresso al Teatro Ariston e in qualsiasi insediamento ovvero ambiente nella disponibilità di Rai. I medesimi si impegnano altresì a rendere

apposita dichiarazione al riguardo all’atto dell’ingresso nei suddetti siti“.

Sanremo 2022 – La clausola Rai sull’emergenza Covid

Sempre nel paragrafo del Regolamento relativo all’Emergenza Covid, si specifica che qualora la Rai fosse costretta a sospendere o modificare il Festival per effetto della situazione

epidemiologica, non potrà essere ritenuta responsabile della mancata e/o diversa organizzazione. Di conseguenza, “nulla gli Artisti o le Case discografiche potranno pretendere ad alcun

titolo“.

Dopo l’anno difficile fatto di rigide misure anti-Covid, anche il Festival di Sanremo  punta ad un ritorno alla normalità. Certo, senza dimenticare le necessarie accortezze sanitarie e le norme

vigenti in materia. In questo modo, la kermesse 2022 potrà contare nuovamente sulla presenza del pubblico in sala: un aspetto considerato fondamentale da Amadeus, che lo scorso

anno si era invece dovuto misurare con la difficoltà di condurre davanti a una platea deserta.

Sanremo 2022, pubblico all’Ariston con il green pass

Stavolta, l’evento in scena a Sanremo dal 1º al 5 febbraio 2022, potrà svolgersi con maggiori libertà vincolate ovviamente dalla richiesta del green pass e delle regole di salvaguardia sanitaria.

Come si legge nel  Regolamento della Kermesse, saranno ammessi in sala esclusivamente spettatori muniti di biglietto d’ingresso e del certificato verde di avvenuta vaccinazione e/o di

altra eventuale documentazione prevista dalle normative in materia di emergenza sanitaria. L’accesso all’Ariston verrà dunque effettuato seguendo i protocolli previsti per i teatri in questa fase di

cauto ritorno alla vita sociale.

I pass e i biglietti per la manifestazione potranno essere dotati di sistema per la verifica della presenza in sala ed il conteggio delle persone con riconoscimento del verso di

attraversamento. Questo al di là dell’obbligo di attenersi alle normative vigenti e alle procedure adottate dalla Rai anche in relazione all’emergenza epidemiologica. L’azienda, in ogni caso, si

riserva di stabilire ulteriori limitazioni all’accesso in funzione dell’evoluzione della suddetta emergenza epidemiologica.

Sanremo 2022 – Norme anti-Covid per il backstage

E pure gli addetti ai lavori dovranno attenersi ad alcune scrupolose norme, come già era accaduto lo scorso anno. Stavolta,  sarà richiesto loro anche il green pass. Durante le prove di ogni

artista saranno ammessi in sala solo i rappresentanti della Casa discografica interessata, muniti di pass speciali rilasciati dalla Rai, eccezion fatta per la prima sessione di prova a Sanremo

2022, durante la quale sarà permesso a un rappresentante accreditato di ogni Casa discografica interessata di rimanere alle prove.

Sia durante le prove che durante le serate sarà ammesso nell’area back-stage, tassativamente, un solo rappresentante per ogni Casa discografica, mentre gli accompagnatori al seguito

(sarte, parrucchieri, truccatori, personale vario) potranno accedere nell’area camerini in numero limitato e comunque solo se autorizzati e muniti di pass rilasciato dalla Rai. Il pass dovrà

essere sempre indossato in modo ben visibile all’interno dei luoghi previsti per la manifestazione.

Oltre alle normative nazionali, regionali e locali emanate per fronteggiare il Covid, gli artisti e i loro staff dovranno seguire le norme previste dalla stessa Rai. Nel regolamento, al riguardo, si

legge:

Gli Artisti e le Case discografiche si impegnano altresì, ora per allora, al rispetto delle procedure adottate e/o adottande da Rai in relazione all’emergenza epidemiologica, che

saranno messe a disposizione prima dell’ingresso al Teatro Ariston e in qualsiasi insediamento ovvero ambiente nella disponibilità di Rai. I medesimi si impegnano altresì a rendere

apposita dichiarazione al riguardo all’atto dell’ingresso nei suddetti siti“.

Sanremo 2022 – La clausola Rai sull’emergenza Covid

Sempre nel paragrafo del Regolamento relativo all’Emergenza Covid, si specifica che qualora la Rai fosse costretta a sospendere o modificare il Festival per effetto della situazione

epidemiologica, non potrà essere ritenuta responsabile della mancata e/o diversa organizzazione. Di conseguenza, “nulla gli Artisti o le Case discografiche potranno pretendere ad alcun

titolo“.

Sanremo 2022: torna il pubblico con il green pass, accessi limitati al backstage. Ecco le norme anti-Covid della kermesse
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST